Infor Eam per la struttura di manutenzione di Buzzi Unicem

In Italia, il nuovo sistema informativo è stato occasione per rivedere i flussi e le procedure manutentive e riorganizzare le funzioni di stabilimento e sede centrale.

Decisa a disporre di una miglior comprensione e tracciatura degli eventi che determinano tempi e costi della manutenzione nelle 9 cementerie a ciclo completo e nei 4 centri di macinazione disposti lungo tutto il territorio nazionale, Buzzi Unicem ha scelto Infor Eam.

Attenta a rendere più efficiente e meno oneroso l'intero processo, la realtà attiva nella produzione e distribuzione di cemento, calcestruzzo preconfezionato, aggregati naturali e prodotti affini con una capacità produttiva pari a circa 10,8 milioni di tonnellate l'anno, ha detto addio al software sviluppato internamente per intraprendere la strada dell'uniformità.

A partire da maggio 2011, nel nuovo sistema gestionale e informatico sono, infatti, state fatte confluire sia le attività di manutenzione preventiva e i rapporti con le ditte esterne di manutenzione, sia la rendicontazione e le attività di audit.

L'introduzione di un nuovo sistema informativo di manutenzione doveva, inoltre, rappresentare un'occasione per rivedere i flussi e le procedure manutentive e riorganizzare le funzioni di stabilimento e di sede centrale, concentrando l'attenzione sulla pianificazione e la programmazione delle attività e la ricerca di efficienza interna nella struttura di manutenzione.

Elementi cui la soluzione di gestione degli asset aziendali fornita da Infor ha risposto proponendo alla realtà piemontese fondata nel 1907 e oggi presente in 12 Paesi e circa 11mila dipendenti, di cui 1.800 solo in Italia, strumenti per controllo di condizioni e performance, valutazione dei dati per individuare tendenze e anomalie e ottimizzare il processo decisionale.

A oggi, dopo una prima rivisitazione critica dell'intero processo di manutenzione e la redazione di un documento inerente le specifiche di processo desiderate, Buzzi Unicem ha colto tutto il buono della versione standard di Infor Eam, mentre a realizzare personalizzazioni e adeguamenti ci ha, poi, pensato NetSurfing, azienda partner di Infor.

A nove mesi dall'avvenuto roll out del nuovo sistema di gestione di manutenzione nel primo stabilimento Buzzi Unicem, da gennaio 2013 tutti gli stabilimenti italiani della realtà di Casale Monferrato (Al) sono oggi integrati con Infor Eam, con oltre 150 utenti che partecipano al processo di gestione, rendicontazione e miglioramento delle attività del processo di manutenzione.

A sostegno dell'attività di manutenzione negli stabilimenti è stata, inoltre, introdotta la funzione di ingegneria della manutenzione a cui riporta l'ufficio di programmazione per le attività relative e che coordina e serve le aree di manutenzione, gestendo e ottimizzando anche i rapporti con i magazzini ricambi.

Oltre alle attività di manutenzione, oggi Infor Eam viene utilizzato anche per la gestione delle operazioni di installazione e registrazione di nuovi impianti e macchinari nell'ottica di disporre di un sistema di asset management che consenta di gestire il ciclo di vita completo di ogni impianto aziendale, dalla sua installazione alla sua eventuale dismissione o sostituzione, e dei suoi componenti, con il maggior livello di dettaglio possibile.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here