Information management: per i Cio la parola d’ordine è adesso

Per Rick Devenuti di Emc l’opzione cloud impatta sulla realtà con una curva esponenziale.

Secondo Rick Devenuti, direttore dell'Information Intelligence Group di Emc per molti anni i fornitori di software di content management hanno puntato su piattaforme imponenti per clienti e partner, offrendo loro una soluzione in grado di soddisfare le loro principali necessità di business.

L'It disponeva di budget e potere nel prendere decisioni sulla scelta delle piattaforme, secondo il vecchio modello “costruisci ed utilizza”; tutte le soluzioni di business, man mano che veniva assegnato loro il giusto livello di priorità, dovevano essere implementate su queste piattaforme.

Era un dato di fatto: l'It poi sarebbe stato lo strumento per realizzare queste soluzioni personalizzate sulla piattaforma selezionata.

Si trattava di progetti che, in media, richiedevano mesi o anni di sviluppo e, nel momento in cui si era pronti a partire, si rischiava di non essere più molto strategici perché il business, nel frattempo, si era già focalizzato su nuove necessità.

Il progetto, quindi, finiva per superare notevolmente la disponibilità di budget o semplicemente non rispondeva più alle necessità che erano cambiate durante il lungo ciclo di realizzazione e implementazione.

Oggi secondo Devenuti le cose sono diverse: per i Cio la parola d'ordine è “adesso”.
Un rapido time to value è l'elemento trainante.
Oggi in molti casi è il business a gestire il budget e determinare le priorità, trovando la soluzione migliore a un problema specifico.

All'It resta il compito impegnativo di rispondere a necessità time-critical imposte dalle aziende, cercando al contempo di mantenere un'architettura razionale per l'azienda.
E, peggio, se l'It non è in grado di rispondere con sufficiente velocità, l'azienda ha l'opzione di acquistare una soluzione basata su cloud, escludendo di fatto l'It dal tavolo delle decisioni, almeno fino a quando non si verificherà un problema.

Devenuti, che è a capo dell'Intelligence Information Group di Emc, ritiente che questo passaggio alle soluzioni cloud sia destinato inevitabilmente a crescere.
In generale vede che i nuovi trend It vengono inizialmente adottati più lentamente di quanto si pensi ma, una volta giunti al punto critico, le cose accelerano in maniera impressionante. Saranno quindi le soluzioni basate su cloud e incentrate sui contenuti a raggiungere quel punto di svolta essenziale ed indispensabile nel corso del 2013.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here