Home Software Sviluppo Windows 11, cosa cambia per lo sviluppo delle app

Windows 11, cosa cambia per lo sviluppo delle app

Windows 11 porta con sé diverse novità non solo per gli utenti finali, ma anche per gli sviluppatori.

Microsoft definisce l’ultima versione del suo sistema operativo come la piattaforma più aperta realizzata finora dalla società. Un ambiente che dà la possibilità di costruire ed eseguire una gamma di applicazioni ancora più ampia.

Gli aggiornamenti chiave per gli sviluppatori che accompagnano l’ultima release di Windows (e che in parte estenderanno i loro vantaggi anche per gli utenti di Windows 10) sono tre: il nuovo Microsoft Store; i progressi riguardanti lo sviluppo web e nativo; gli update al design system Fluent.

Il nuovo Microsoft Store

Del Microsoft Store abbiamo parlato sia durante la fase beta che in occasione del rilascio di Windows 11.

Il nuovo Microsoft Store è più aperto e permette sia agli sviluppatori sia agli utenti e alle imprese che utilizzano le loro applicazioni di essere più produttivi e di trovare più facilmente le migliori app.

Il vantaggio per gli sviluppatori e le software house (che si riflette anche sui loro clienti) è che aumenta la quantità e tipologia di app che sono disponibili nello store, senza dover aggiornare i modelli di business o riscrivere il codice.

Le app sono anche scopribili in modo più facile, grazie alle policy aggiornate che permettono di trovare le app standalone degli storefront digitali tramite la ricerca. Inoltre, Microsoft permette ora agli sviluppatori di distribuire nello Store anche i loro browser engine, per favorire l’innovazione in questo campo.

La società di Redmond ha anche espresso il proprio impegno nel continuare a fornire agli sviluppatori l’accesso a mercati e opportunità più ampi.

Per quanto riguarda il secondo punto, Microsoft ha condiviso un concetto forte: Windows 11 è stato costruito con gli sviluppatori in mente. Allo scopo di creare una piattaforma che fornisca un’esperienza di sviluppo senza soluzione di continuità, indipendentemente da quale applicazione si stia costruendo.

La produttività, l’innovazione e la creatività possono davvero prosperare quando gli strumenti e le esperienze sono facili da usare, ha messo in evidenza la società di Redmond. Ed è per questo che Microsoft ha lavorato per rendere lo sviluppo su Windows più facile.

Sviluppo web e nativo su Windows 11

WebView2 – il controllo che consente di fare l’embed di tecnologie web come HTML, CSS e JavaScript nelle proprie app native – è ora parte del sistema operativo per tutti.

Microsoft ha migliorato significativamente le prestazioni e ridotto l’ingombro su disco, l’uso della memoria e il tempo di lancio delle applicazioni WebView2 attraverso l’hard linking con il browser Edge.

Windows 11

Per gli sviluppatori che realizzano Progressive Web Apps, Microsoft ha migliorato l’integrazione desktop e la user experience con nuove funzionalità sperimentali e basate su standard. Ora è possibile integrare le proprie app in modo più fluido con il desktop, personalizzando la barra del titolo, registrandosi come gestore predefinito per link o protocolli e persino gestendo i file sul filesystem dell’utente (in fase sperimentale).

Il Windows App SDK e WinUI 3 rappresentano l’ultima novità nello sviluppo di app native per Windows 11 e permettono di costruire app desktop ancora più produttive.

Il Windows App SDK 1.0 Preview 1 porta molti nuovi sviluppi, tra cui il supporto per la libreria MSAL, le API AppInstance per gestire e reindirizzare l’attivazione, le API AppWindow per gestire la finestra indipendentemente dallo stack UI che si sta utilizzando, miglioramenti in prestazioni e affidabilità e altro ancora.

Con Windows 11 Microsoft ha inoltre reso più facile eseguire le applicazioni su Windows on ARM.

È possibile eseguire le proprie applicazioni x64 non modificate usando l’emulazione, oppure compilare le applicazioni nativamente per ARM64 per ottenere le migliori prestazioni possibili su questi dispositivi.

Windows 11 su ARM introduce anche la nuova ABI (Application Binary Interface) compatibile con l’emulazione ARM64, che permette di costruire applicazioni che possono contenere o caricare sia codice ARM64EC che x64. Ciò consente di migrare in modo incrementale le applicazioni x64 esistenti per farle funzionare nativamente su ARM64 nel tempo.

Design e user experience

Windows 11 introduce anche un importante redesign di Windows, realizzato per avvicinare il sistema operativo all’ecosistema di prodotti che vengono creati in Microsoft, ha sottolineato la società di Redmond.

Windows 11

La nuova versione del sistema operativo ha un aspetto più moderno e gradevole. Il sottile cambiamento di arrotondare la geometria su tutte le superfici dell’UI – ha messo in evidenza Microsoft – rende Windows più accessibile e le app più facili da esplorare, il che aiuta gli utenti a rimanere più coinvolti.

Alcuni degli aggiornamenti visuali di Windows 11 saranno ereditati dalle app senza ulteriori modifiche al codice, ha sottolineato Microsoft, ma, per beneficiare di tutti questi update, sarà necessario un po’ di lavoro da parte degli sviluppatori.

Microsoft ha consigliato agli sviluppatori di concentrarsi su tre aree. Innanzitutto, usare UI con geometria arrotondata. Ciò può essere applicato sia all’area non client che all’area client dell’app.

Secondo: applicare la palette di colori e i materiali rinnovati. La nuova palette di colori viene applicata automaticamente ai controlli WinUI più recenti (è richiesto WinUI 2.6 o superiore). Le app che usano il materiale acrilico possono passare al pennello più recente, e il nuovo materiale Mica fa trasparire l’immagine dello sfondo attraverso la cornice dell’app.

Infine, aggiornare alle nuove tipografia e iconografia. Windows 11 offre due nuove icone di sistema. Per incorporare la Segoe UI aggiornata, c’è bisogno di WinUI 2.6 (o superiore), e i controlli della propria app erediteranno automaticamente l’ultima famiglia di caratteri. Per utilizzare la Segoe Variable UI, occorre puntare a “Segoe UI Variable” in qualsiasi istanza che faccia riferimento a “Segoe UI”.

I nostri contenuti su Windows 11

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php