Home Software Sistemi operativi Windows 11, le nuove funzioni per l’accessibilità di Microsoft

Windows 11, le nuove funzioni per l’accessibilità di Microsoft

Tra le numerose novità di Windows 11, il nuovo sistema operativo di Microsoft di cui è stata già rilasciata la prima Insider Preview, ci sono anche aggiornamenti e miglioramenti per le funzioni di accessibilità.

La tecnologia per l’accessibilità è un elemento fondamentale che può sbloccare opportunità in ogni area della società, ha sottolineato Microsoft.

Un’esperienza Windows più accessibile ha il potere di aiutare ad affrontare il “disability divide”, per contribuire ad aprire più opportunità nell’istruzione e nel lavoro, per le persone con disabilità di tutto il mondo.

Windows 11 è stato riprogettato per la produttività, la creatività e la facilità d’uso.

Il nuovo sistema operativo conserva un aspetto familiare, con il desktop, il menu Start, la ricerca, la barra delle applicazioni, le impostazioni e molte altre caratteristiche che gli utenti si aspettano.

Al tempo stesso, mette in evidenza Microsoft, è anche più semplice, con un design moderno, fresco e pulito. L’accessibilità è stata considerata fin dall’inizio, con revisioni del design e con caratteristiche nuove e riprogettate all’insegna dell’inclusività.

Oltre a progettare per l’accessibilità con e per le persone con disabilità, Microsoft ha anche affermato di aver adottato test di conformità Trusted Tester, test di usabilità e altri processi per aiutare a garantire che Windows 11 sia accessibile sin dal momento della sua disponibilità, entro l’anno.

Nel frattempo, Microsoft continuerà a raccogliere ulteriori feedback dai Windows Insider su come può migliorare ulteriormente l’esperienza.

Anche in questo caso, Windows 11 offre tecnologie assistive già familiari per gli utenti come Assistente vocale, Lente di ingrandimento, sottotitoli codificati e Windows Speech Recognition. Windows 11 supporta anche le tecnologie assistive create da partner terzi, tra cui gli screen reader più popolari, servizi CART, comandi vocali e altre esperienze.

Windows 11, in più, include anche molti miglioramenti nelle funzioni di accessibilità.

Le persone con disabilità alla vista, e tutti gli utenti, possono beneficiare di nuovi schemi sonori. Windows 11 include un suono d’avvio di Windows e altri effetti sonori, inclusi suoni diversi per i temi Light e Dark più accessibili.

Le persone con sensibilità alla luce e quelle che lavorano per lunghi periodi di tempo possono disporre di temi di colore migliorati, compresi i nuovi temi scuri e ad alto contrasto. I nuovi temi a contrasto includono combinazioni di colori esteticamente piacevoli e personalizzabili che rendono le app e i contenuti più facili da vedere.

Le persone con problemi di udito, gli studenti di lingue e chi lavora in ambienti rumorosi o silenziosi possono sfruttare i Closed Caption riprogettati che sono più facili da leggere e personalizzare.

Windows Voice Typing utilizza l’intelligenza artificiale allo stato dell’arte per riconoscere il discorso, trascrivere e aggiungere automaticamente la punteggiatura al testo.

Le persone con disabilità legate alla mobilità o differenze di apprendimento, così come gli studenti di lingue e le persone che preferiscono scrivere con la voce, possono tutti trarre vantaggio dalla funzione Voice Typing.

Windows 11 accessibilità

Oltre ad essere state migliorate e potenziate, le funzioni di accessibilità di Windows 11 sono anche più facili da trovare e usare, a partire dai titoli e dalle icone.

Inoltre, le funzioni di accessibilità sono disponibili nell’esperienza “out of box” e nelle schermate di accesso e di blocco, in modo che gli utenti possano impostare e utilizzare i loro dispositivi in modo indipendente, ad esempio con Narrator.

Windows 11 è un passo significativo, secondo Microsoft, verso un futuro in cui l’accessibilità “semplicemente funziona”, senza costosi plug-in o lavoro in più da parte degli amministratori IT.

Con Windows 10, ha sottolineato Microsoft, è stato reso possibile per le tecnologie assistive funzionare con applicazioni sicure, come Word, in Windows Defender Application Guard (WDAG).

Con Windows 11, Microsoft ha reso possibile sia alle sue tecnologie assistive sia a quelle dei partner di funzionare con applicazioni come Outlook ospitate nel cloud, in Azure Virtual Desktop (AVD). Per esempio, con Windows 11, Office è accessibile come Remote Application Integrated Locally (RAIL) utilizzando Narrator. Le persone con disabilità visive avranno accesso ad applicazioni come Office ospitate in Azure quando ne hanno bisogno.

Windows 11 supporterà anche le applicazioni Linux GUI come gedit attraverso il Windows Subsystem for Linux (WSL) sui dispositivi che soddisfano i requisiti di sistema dell’app. E Microsoft ha abilitato queste esperienze in modo che siano accessibili.

Per esempio, le persone non vedenti possono usare Windows con gli screen reader supportati all’interno di WSL.

In alcuni casi, l’esperienza della tecnologia assistiva è senza soluzione di continuità.

Infine, Microsoft ha lavorato a stretto contatto con i leader del settore della tecnologia assistiva per co-progettare quella che l’azienda definisce una “moderna piattaforma di accessibilità“. Windows 11 offre una piattaforma che consente esperienze più reattive e uno sviluppo più agile, compreso l’accesso ai dati delle applicazioni senza richiedere modifiche a Windows.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php