La formazione dà all’azienda la capacità di innovare

Sei esperti del mondo della formazione di primarie realtà dell’It (Cisco, Hp, Ibm, Microsoft, Oracle e Sas) dibattono sull’importanza che riveste la formazione, valutata sia all’interno della loro società, sia all’esterno, verso partner e aziende utent …

Sei esperti del mondo della formazione di primarie realtà dell'It (Cisco, Hp,
Ibm, Microsoft, Oracle e Sas) dibattono sull'importanza che riveste la formazione,
valutata sia all'interno della loro società, sia all'esterno, verso partner
e aziende utenti. Quest'ultime sono risultate l'anello più debole di una catena
che vede i vendor attribuire al training una valenza strategica, che viene recepita
anche dal canale, mentre presso i clienti spesso si riscontra una allarmante
indifferenza nell'investire sulla crescita delle professionalità Ict

Tutti, a parole, concordano sul fatto che la formazione dei dipendenti, in
particolare di quelli che operano nell'Ict, abbia un ruolo importante
nella crescita delle società, perché contribuiscono a spingere
sull'innovazione, ma poi, a conti fatti, spesso emerge che è la
prima voce a essere tagliata quando si devono contenere i budget (come testimoniano
molti analisti). Approccio, peraltro confermato anche dai risultati della nostra
indagine esclusiva “Ict - Professioni e carriere 2006” (si veda
Linea Edp n° 33), in base alla quale il 40,7% del campione (costituito da
1.075 partecipanti che hanno compilato il questionario online) ha seguito corsi
di formazione anche negli ultimi 12 mesi, un 27,2% non nell'ultimo anno
e ben un 32,1% non li ha mai fatti. Inoltre, è emerso un generale abbassamento
della scolarizzazione, questo perché in molti casi le società
preferiscono assumere giovani diplomati o con laurea breve (che costano meno
di chi ha una specializzazione), e che quindi sono più disponibili a
essere formati sul campo dall'azienda.

Partendo da queste considerazioni, abbiamo riunito attorno a un tavolo i responsabili
dell'area formazione e risorse umane (Hr), di primarie società
It (Cisco, Hp, Ibm, Microsoft, Oracle alle quali si è unita in un secondo
tempo anche la testimonianza di Sas), per capire qual è la situazione
dal loro osservatorio privilegiato. È praticamente emerso che due sono
i fronti ben definiti in quest'ambito: da un lato le aziende di It (e
i loro partner) che investono in modo significativo e continuativo sulla formazione,
perché ritenuta strategica, mentre presso le società utenti spesso
manca la cultura di investire sulle persone.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here