Home Cloud Agile Lab, tecnologia e competenze le chiavi del successo

Agile Lab, tecnologia e competenze le chiavi del successo

Alberto Firpo, co-founder di Agile Lab, ha incontrato la stampa di settore per fare il punto sulla società ,fondata nel 2013 ed entrata nel mercato nel 2014.
Il punto di ingresso è stato per Agile Lab il settore bancario. Secondo Firpo il mercato finance/banking è spesso all’avanguardia e dispone dei capitali necessari per investire.
Uno dei punti forti di Agile Lab è la Data Strategy per accompagnare le aziende verso un economia data driven, in modo tecnologico e operativo.
La piattaforma di Agile Lab, 100% open source, viene proposta ed erogata in modo del tutto flessibile, grazie alla go to market SaaS.
Il manager ha dichiarato che il cliente può affidare totalmente ad Agile Lab la realizzazione dell’intero caso d’uso; oppure usare internamente la piattaforma con il proprio team IT.

Il mercato ha nel tempo premiato Agile Lab. Nel periodo compreso fra il 2017 e il 2020, il fatturato è cresciuto del 50%. Le previsioni indicate da Firpo sono altrettanto rosee, arrivando a quasi 13 milioni di giro d’affari entro il 2023.agile lab

Agile Lab, i vantaggi tecnologici e organizzativi

Il cofondatore ha affermato che i vantaggi della piattaforma Wasp sono diversi.

Innanzi tutto Wasp agisce in real time, attraverso machine learning e modelli predittivi e analitici. In questo modo l’organizzazione cliente potrà lavorare direttamente sullo stream di dati in modo immediato ottenendo risultati proattivi.

Inoltre, il modello di mercato SaaS con software open source permette a Wasp di essere integrata alle maggiori soluzioni di big data (Firpo ha fatto l’esempio di Cloudera). Il risultato per un cliente è la riduzione del TCO e l’eliminazione del lock-in.

Paolo Platter, anch’esso fondatore di Agile Lab, ha indicato nel recruiting di talenti un punto chiave della crescita della società.

Fattore differenziale è l’auto-organizzazione dei gruppi di lavoro. la responsabilità (e responsabilizzazione) dei vari team ha consentito un formidabile sviluppo tecnico e societario. La trasparenza delle comunicazioni, che Platter ha definito di stampo anglosassone, è alla base della gestione dei processi interni.
Questa chiarezza dei ruoli, unitamente al flusso di dati senza opacità, contribuisce a creare un eccellente circolo virtuoso.
L’inclusività di questo modello abilita i talenti ad esprimersi al meglio; un notevole vantaggio (secondo Platter) rispetto al tradizionale organigramma top-down.

Appare evidente l’importanza attribuita al valore delle risorse interne, in Agile Lab.
I due fondatori hanno ben chiaro quando valga il capitale umano, e lo sforzo profuso per ottenere il 100% del potenziale dei propri collaboratori lo dimostra.

agile lab

La partnership con Vodafone Automotive

Un caso d’uso di cui i due manager si sono detti molto fieri è quello che riguarda il progetto creato con Vodafone Automotive. La sfida era molto impegnativa: integrarsi con un’infrastruttura legacy non scalabile peraltro gravata dalla gestione di molti Tbyte di dati e senza possibilità di elaborazione real-time.

La piattaforma Wasp ha permesso a Vodafone Automotive di poter gestire agilmente i suoi moltissimi clienti, grazie alla scalabilità offerta da SaaS e cloud. Il risultato è una considerevole riduzione del TCO per Vodafone Automotive, inoltre le performance elevate e in tempo reale offerte da Agile Lab permettono anche di pensare a nuove business opportunity che la precedente piattaforma non poteva certo abilitare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php