Accesso a database cloud senza limiti

La versione beta di Toad for Cloud Databases di Quest supporta Amazon SimpleDb, i servizi Microsoft Azure Table e Apache Hbase.

Quest Software ha varato un programma beta per Toad for Cloud Databases, uno strumento per accesso e gestione di dati non relazionali presenti in database cloud, conosciuti anche come database NoSql.
Toad for Cloud Databases vuol consentire agli utenti di sbloccare i dati immagazzinati nel cloud per mezzo del linguaggio Sql o della visual query di Toad.

Gli utenti possono eseguire query e generare report su dati non relazionali, migrare i dati contenuti nel cloud e nei database relazionali da uno all'altro e creare query che li possano combinare.
L'intenzione è dunque di mettere i database NoSql alla portata degli sviluppatori e degli amministratori dei tradizionali database relazionali, e permettere a coloro che non si occupano di programmazione di estrarre e analizzare i dati.

Attualmente per accedere ai dati immagazzinati nel cloud è necessaria una programmazione complessa, che comporta barriere per gli utenti che vogliono creare applicazioni o utilizzare i dati per la Business intelligence.

Toad for Cloud Databases intende abbattere queste barriere, dando capacità di realizzazione di query e report familiari agli utenti Toad, oltre che di migrazione e gestione per gli sviluppatori che desiderano sperimentare il cloud, il tutto racchiuso in un'interfaccia basata su Sql.

La beta attuale supporta Amazon SimpleDb, i servizi Microsoft Azure Table, Apache HBase e ogni database relazionale che sia abilitato per Open Database Connectivity (Odbc). Il rilascio della seconda beta aggiungerà supporto per Apache Cassandra e per Apache Hadoop attraverso Hive. Quest ha in programma per il futuro anche il rilascio di una versione di Toad for Cloud Databases basata su Eclipse.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome