+80% in Italia per palmari e smart phone

L’analisi di Context sull’ultimo trimestre dell’anno registra un incremento del 64% in Europa e dell’80% in Italia.

7 febbraio 2003. Malgrado lo scetticismo di molti analisti e la doverosa cautela di chi deve e vuole ridimensionare il significato di crescite esponenziali in un segmento sotto certi aspetti ancora considerato nascente, i dati resi noti da Context sull'andamento del mercato dei palmari e degli smart phone in Europa sono decisamente positivi.
Rispetto al pari periodo dell'anno precedente l'incremento nelle unità è stato dell'ordine del 64%, da 773.000 a un milione e 268mila pezzi. In Italia, addirittura l'incremento è stato dell'80%, da circa 41.800 a 75.400 unità.
Ma il dato che più balza all'occhio è che siamo in presenza di un mercato ancora dominato da pochi, anzi pochissimi fornitori.
Sul mercato Emea, i primi 5 vendor detengono l'85% del mercato. E la classifica è guidata da una Nokia che cresce addirittura a tre cifre, del 414% e che in un anno passa da poco meno di 90.000 a oltre 461.000 unità.
Segue Palm, che cresce del 20%, ha una share del 30% contro il 36% di Nokia e vende oltre 384.000 unità. Perde terreno Hp, in terza posizione, che si ferma a una shre del 12% e passa da 215.000 a 153.000 unità. Sempre nell'area Emea il quarto posto è in mano a Sony, il quinto a orange. Forte la perdita di Handspring, che passa da 50.000 a 25.000 unità, mentre dal fondo della classifica fa capolino una Rim, che passa da 3.000 a 20.000 unità, con un incremento superiore al 500%.
Anche in Italia i primi tre nomi della classicia non cambiano, con la sola differenza che nel nostro Paese Hp riesce a non perdere terreno, ma a consolidare una crescita del 13%. Perdono Sony Ericsson, Hanspring e Casio.
Sarà sicuramente interessante vedere quale tendenza riserveranno i prossimi trimestri, nei quali si dovrebbe sancire la scelta tra il telefono "intelligente" o il palmare con capacità di comunicazione.
E non sarà solo una questione di prezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome