Rfid, la soluzione

Hp sta provando la radiofrequenza per gestire i datacenter.

Se la virtù dei chip Rfid è quella di saper dire dov'è una cosa in un determinato momento, perché non applicarla ai datacenter, a quelli popolati di chissà quali dispositivi che potrebbero trovarsi in uno stato che si approssima a quello "confusionale"?

Buona idea, hanno pensato in Hp. E, difatti, la società sta vagliando le capacità che i chip Rfid hanno di dare soluzioni informative agli It manager che hanno bisogno di verificare costantemente lo stato dei loro centri dati, dove magari si eseguono quotidianamente spostamenti di macchine.

Idea, tutto sommato semplice da concepire. Resta da verificare la fattibilità e l'affidabilità sul campo della soluzione.

Hp lo sta facendo, tramite gli Hp Lab, che hanno sviluppato un lettore deputato a togliere di mezzo il problema delle interferenze che la radio frequenza potrebbe portare dentro i datacenter.

L'idea della casa di Palo Alto è, ovviamente, di commercializzare la soluzione dopo averla testata con qualche "volontario".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome