Datacenter, Symantec dice Veritas

Rilasciati Storage Foundation e Cluster Server 5.

Symantec ha rilasciato Veritas Storage Foundation 5.0, prodotto orientato al controllo dei sistemi di archiviazione per i data center complessi, che trova complemento in Veritas Cluster Server 5.0, una soluzione la riduzione dei tempi morti, sia pianificati che imprevisti, di applicazioni e database.

Storage Foundation 5.0 punta a dare visibilità per l'intero data center all'interno dell'ambiente storage, in tutte le piattaforme principali di applicazioni, server, sistemi operativi e memoria. Propone il controllo centralizzato della gestione dello storage, fa amministrare centinaia di sistemi da una singola console e automatizzare le operazioni di routine allo scopo di eliminare gli errori umani e i processi manuali.

Si tratta della prima versione sincronizzata con tutte le principali piattaforme Unix e Linux. Elemento di novità, infatti, è Storage Foundation Management Server, che fornisce funzionalità di gestione multi-host centralizzate per sistemi operativi Unix, Linux e Windows. Il server propone la visibilità completa di applicazioni, server e storage e aiuta a raggiungere livelli di servizio superiori, identificando i rischi e offrendo soluzioni per i problemi relativi all'archiviazione che impattano le applicazioni.

Veritas Cluster Server 5.0 include caratteristiche studiate per ridurre i tempi di inattività, siano essi dovuti a guasti della parte hardware, a problemi del data center o relativi alla manutenzione del server, automatizzando il failover delle applicazioni a livello locale e su ampia scala.

Consente di monitorare, gestire e preparare report su cluster multipli locali e remoti, da una singola console basata Web. Al fine di impostare una strategia di recupero dati, include Fire Drill, uno strumento che automatizza il test di disarster recovery.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome