Home Apple Proton Drive: il cloud storage privato e crittografato arriva su Mac

Proton Drive: il cloud storage privato e crittografato arriva su Mac

Proton, società svizzera che fornisce servizi internet focalizzati sulla privacy, ha annunciato che lo storage cloud crittografato di Proton Drive è ora disponibile su tutte le principali piattaforme, con il lancio della app per macOS.

In aggiunta alle app di Proton Drive per iPhone, Android, Windows e Web, ora l’azienda vuole offrire agli utenti Mac un’alternativa alle Big Tech, progettata per rispettare la privacy degli utenti.

La disponibilità su tutte le principali piattaforme – sottolinea la società nata in Svizzera nel 2014 dall’iniziativa di un gruppo di scienziati che si erano incontrati al CERN – è una pietra miliare importante perché l’obiettivo di Proton è quello di essere agnostico rispetto alla piattaforma. Che si usi Mac o Windows, iPhone o Android, Proton non lega l’utente ad alcun hardware o sistema operativo specifico e, chi usa Proton Drive, può passare senza problemi da una piattaforma all’altra senza perdere funzionalità.

Dal punto di vista di Proton, il cloud storage è un elemento fondamentale della missione dell’azienda di costruire un’Internet che protegga la privacy e protegga i dati degli utenti. È il luogo in cui si conservano i propri file più sensibili, dalle foto personali ai documenti di identità. Purtroppo, afferma la società svizzera, i principali fornitori di servizi di archiviazione in-the-cloud sono in grado di scansionare i dati degli utenti e non utilizzano la crittografia end-to-end per impostazione predefinita.

L’applicazione Proton Drive consente di sincronizzare facilmente i file tra il Mac e il cloud, di accedervi offline e di liberare spazio sul computer, il tutto con crittografia end-to-end e privacy di default.

Sottolinea l’azienda: differenza di iCloud, che non offre la crittografia end-to-end per impostazione predefinita per file e cartelle, Proton Drive utilizza la crittografia end-to-end per tutti i dati su tutti i dispositivi. La crittografia dei file avviene automaticamente sul dispositivo prima del caricamento sul cloud. Ciò significa che nessuno, nemmeno Proton, può vedere il contenuto dei file dell’utente. La crittografia end-to-end viene utilizzata anche per tutti i metadati, come i nomi dei file e la data di modifica.

Come le altre app Proton Drive, anche l’applicazione per Mac utilizza firme crittografiche per garantire l’autenticità dei file e prevenire la manomissione dei dati. Come tutte le app Proton, Proton Drive per macOS sarà open source e sarà sottoposto a un audit di sicurezza indipendente, in modo che chiunque possa verificare il funzionamento della crittografia.

L’app Proton Drive per macOS rende la sincronizzazione e l’accesso ai file un’esperienza senza soluzione di continuità. Quando si attiva la sincronizzazione, tutti i file dell’account Proton Drive vengono sincronizzati direttamente sul Mac.

I file sincronizzati appaiono nella cartella Proton Drive sul disco locale. A differenza degli altri file presenti sul computer, questi file vengono sincronizzati on-demand, ovvero non occupano spazio sul computer fino a quando non sono necessari. Una piccola icona a forma di nuvola accanto al nome del file o della cartella consente di vedere facilmente quali file sono nel cloud e quali sono disponibili localmente. Una volta terminato il lavoro su un file, è possibile liberare nuovamente spazio rimuovendo il download.

I file e le cartelle salvati nella cartella Proton Drive si sincronizzano automaticamente online con Proton Drive e tutte le modifiche apportate sul Mac vengono riprodotte su tutti gli altri dispositivi. Questo è particolarmente utile se il Mac viene rubato o si guasta, evidenzia la società sviluppatrice.

Proton Drive

L’applicazione è dotata anche di una comoda app Tray per la barra dei menu, situata nell’angolo in alto a destra dello schermo. Facendo clic sull’icona dell’app si ottiene una rapida panoramica dello stato di sincronizzazione. Altre opzioni includono la pausa della sincronizzazione con un clic, l’accesso rapido a Proton Drive e altro ancora.

L’applicazione per macOS consente di fare clic su un file o una cartella e di scaricarla per l’accesso offline, in modo da poter accedere ai dati anche senza una connessione a Internet, ad esempio se si è in viaggio o quando non si è a casa o in ufficio. Mentre si lavora offline, è possibile modificare e salvare il proprio lavoro e Proton Drive sincronizzerà le modifiche quando il Mac tornerà online.

Inoltre, Proton Drive per macOS memorizza le modifiche come nuove versioni del file. È possibile accedere e ripristinare facilmente le versioni precedenti dei file tramite l’interfaccia web. Questa funzione consente di tenere traccia delle modifiche e di tornare alle versioni precedenti quando necessario, aggiungendo un ulteriore livello di protezione per i file più importanti.

Il piano Proton Drive Free permette di iniziare ad archiviare i file e cartelle con la crittografia end-to-end e dà accesso agli altri servizi crittografati dell’azienda: Proton Mail, Proton Calendar, Proton VPN e Proton Pass.

Il piano Free include però solo 1 GB dispazio: è possibile consultare le opzioni e i prezzi sul sito dell’azienda, per l’upgrade ai piani premium che consentono di ottenere più spazio di archiviazione e funzioni avanzate.

Per quanto riguarda il futuro dell’app per macOS, l’azienda ha condiviso che il prossimo passo è la possibilità di sincronizzare qualsiasi cartella del Mac con Proton Drive, una funzione molto apprezzata nella versione per Windows.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php