Gestione documentale in cerca di capacità e affidabilità in spazi ridotti

Supportata dal Vad Ready Informatica, l’azienda specializzata in archiviazione cartacea e digitale, Olsa Informatica, ha scelto lo storage di Nexsan by Imation.

Intenta a conciliare esigenze di crescita e scalabilità, Olsa Informatica ha scelto gli storage della serie “E” di Nexsan by Imation.
Supportata da Ready Informatica nell’implementazione di due Nexsan E18 costituiti da 18 dischi, per una capacità totale di 36 Tb Raw per singolo storage in due sole unità rack, la società attiva fin dal 1976 nell’offerta di servizi e prodotti per l’archiviazione cartacea e digitale rivolta ad aziende private, Pa e mutinazionali, è riuscita a mitigare lo spazio fisico disponibile nei propri datacenter.

Costituita da Blade, server Rack, software di virtualizzazione Hypervisor, sistemi operativi Microsoft Windows e Linux e diversi cluster Sql, l’infrastruttura di Olsa Informatica supportata da una San basata su architettura fiber channel a 8 Gb/s con doppia fabric ridondata nasce per garantire un’alta disponibilità dei servizi offerti ai clienti.

La crescente domanda di gestione elettronica documentale e di conservazione sostitutiva ha, infatti, rappresentato la sfida principale all’evoluzione dell’infrastruttura informatica di Olsa, al cui interno lavorano 2 sistemisti e 8 sviluppatori supportati costantemente dal già citato Vad, Ready Informatica, specializzato in tecnologie di virtualizzazione, storage e sicurezza informatica.

In particolare, con il tempo, si era creata la necessità di implementare capacità di storage sempre maggiori affrontando il crescente consumo energetico generato per l’alimentazione di differenti storage enclosure con alta concentrazione di dischi.

Da qui la scelta di Dino Cerocchi responsabile hardware, sicurezza, network di Olsa Informatica, di utilizzare la tecnologia di virtualizzazione dello storage Datacore SanSymphony-V per miscelare gli storage Nexsan E18 con il resto dell’infrastruttura della San.
Grazie a quest’ultimi, l’azienda è ora in grado di rispondere prontamente alle diverse ricerche documentali e alle sempre più spinte necessità di risposta Iops - Mb/s da parte dell’infrastruttura Vdi esistente.

Come riportato in una nota ufficiale: “L’intuitiva interfaccia Web di configurazione ha favorito l’installazione degli storage in pochi minuti, in collaborazione con il personale tecnico di Ready Informatica, e l’implementazione di funzionalità esclusive dei prodotti Nexsan by Imation, quale l’Automaid (fino al livello 4), che permette di ridurre notevolmente i consumi elettrici complessivi dello storage durante i periodi di basso utilizzo”.

Non da ultimo, la possibilità di aggiungere altri enclosure storage in cascata a quelli attualmente in produzione, offrirà a Olsa la possibilità di far scalare rapidamente la propria San, rispondendo prontamente alle esigenze di crescita dei clienti.
Tanto che l’intenzione sottolineata da Cerocchi è di “continuare a fornirci di storage Nexsan per sviluppare il nostro sito di disaster recovery, sfruttando la possibilità di implementare grandi capacità e affidabilità in spazi ridotti”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome