Controllo delle accise su Sap con uno strumento europeo

Crossgate ha una soluzione pronta per l’integrazione in tempo reale del sistema di gestione con le regole dell’Excise Movement and Control System.

Da quando, nel 1993, è stato creato il mercato interno Ue, le movimentazioni intracomunitarie dei prodotti sottoposti ad accise sono da considerarsi in regola solo in contestuale presenza del relativo Documento Amministrativo d'Accompagnamento (Daa).
Il sistema è stato istituito per controllare i movimenti dei prodotti sottoposti ad accise fra i Paesi Ue e garantire il pagamento della tassa nello stato membro dove avviene il consumo, rispettando il principio della libera circolazione delle merci nel mercato comunitario.
Tuttavia molte procedure cartacee sono state automatizzate e convertite in scambio elettronico di documenti.
Dal primo aprile di quest'anno, le aziende che trasportano prodotti sottoposti ad accise devono migrare dal classico sistema Daa all'Emcs (Excise Movement and Control System), che utilizza i messaggi elettronici per controllare le movimentazioni dei prodotti e tale migrazione dovrebbe avvenire entro la fine del 2010.

Crossgate ha così iniziato a proporre agli utenti Sap dell'Unione europea una soluzione integrata che consente loro di allinearsi ai nuovi obblighi regolamentari Emcs per il controllo delle movimentazioni di prodotti sottoposti ad accise (imposta di fabbricazione e vendita sui beni di consumo).

Le nuove regole avranno un impatto più importante per le imprese che commercializzano alcool, tabacco e prodotti energetici, soggetti ad accise.

In regime Emcs la movimentazione di un prodotto sottoposto ad accise fra due operatori è controllato in ogni fase, utilizzando un documento amministrativo elettronico (Da-e), emesso da chi spedisce.
Il Da-e, che deve essere valido per l'Emcs dello stato membro del quale è originario, viene poi trasmesso elettronicamente all'Emcs dello stato membro destinatario e trasferito a chi deve ricevere il prodotto.
Una volta ricevuti i beni, il destinatario presenta un rapporto a tutti gli stati membri coinvolti e a chi ha spedito, dichiarando la ricezione ed evidenziando anche la minima anomalia.
Ciascuno Stato membro dovrà amministrare il proprio Emcs e un insieme di connessioni in tempo reale con gli altri Emcs in Europa.

Il servizio chiavi-in-mano di Crossgate è integrato nell'ambiente Sap e offre un'interazione in tempo reale con gli Emcs di tutta Europa.
I messaggi sono direttamente trasmessi da Sap, attraverso la Business-Ready Network di Crossgate, alle agenzie governative appropriate.
Una sorveglianza personalizzata della transazione Emcs permette di visionare e gestire gli eventi che riguardano la spedizione e la ricezione, grazie alla mappatura e alla comunicazione di qualunque tipo di messaggio fra gli Emcs degli stati membri e l'ambiente Sap dell'azienda.

Le richieste legate alla spedizione sono tracciate e isolate per poter indicare i differenti stadi d'avanzamento della procedura. I messaggi legati alla ricezione sono analizzati e memorizzati per essere facilmente integrati in Sap.
La soluzione Crossgate permette anche di gestire i messaggi associati a cambiamenti come l'annullamento, il reindirizzamento, il richiamo, le importazioni o le esportazioni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here