Cio e Lob su percorsi convergenti

Uno studio realizzato per Emc evidenzia la necessità di collaborazione tra Chief information officers e Line-of-Business executives. I servizi di terze parti di per sé non assicurano il vantaggio competitivo.

L'It sta cambiando e le figure dirigenziali devono modificarsi in conseguenza. In particolare, dirigenti e Cio dovranno collaborare per mantenere l'azienda su livelli competitivi. La gestione dell'It sta diventando sempre più ibrida e richiede compresenza ed integrazione di tecnologie e servizi sviluppati sia internamente, sia da terze parti.
The Economist Intelligence Unit (Eiu) ha pubblicato lo studio A blended future: the changing mix of It service delivery and consumption.
Emc ha sponsorizzato uno studio svolto dal settimanale economico britannico con l’obiettivo di analizzare l'imminente cambiamento del ruolo dei Chief Information Officer (Cio) e dei Line-Of-Business (Lob) Executives grazie all’ampia disponibilità di tecnologia e di servizi di oggi e dell'immediato futuro.


Riunioni e metriche condivise

Dal sondaggio emerge che alcune aziende stanno già adottando misure concrete per un modello di erogazione dei servizi It misto, promuovendo la collaborazione tra Cio e Lob. Tra le misure troviamo la partecipazione diretta a riunioni del top management e il coinvolgimento nella definizione dei target e delle metriche.
L’inchiesta, condotta nel dicembre 2013, ha coinvolto 205 executive di tutto il mondo (40% in Europa, 29% dal Nord America e 23% in Asia Pacifica) con responsabilità di delivery e consumo di servizi It.
I servizi di terze parti a cui maggiormente i Lob ricorrono riguardano l’area comunicazioni (59% degli intervistati), storage e back-up (54%), server (48%), web hosting (44%).


Occhio al Cio

La visione aziendale sta spostando il centro di gravità dalle proprietà ai servizi. L'integrazione tra funzionalità It interne con risorse esterne è una realtà. I servizi di terze parti, in genere più maturi, reperibili ed economici, aiutano i Lob ma non sono determinanti ad assicurare un vantaggio competitivo. Questa nuova ondata di esternalizzazione cambierà profondamente il ruolo dei Cio nei prossimi anni.
In particolare, un quarto degli intervistati pensa nei prossimi tre anni queste figure avranno maggiori responsabilità circa la gestione della sicurezza, dei rischi e della compliance. Una percentuale simile ritiene che il Cio avrà un peso maggiore circa la gestione delle informazioni e delle analisi dei dati (25%), quella dell’It service (25%) e dei vendor It (21%).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome