Architettura di rete Cisco per i servizi dedicati di Crif

Con il supporto di Vem Sistemi, in 8 mesi, la società specializzata in informazioni creditizie ha rinnovato il datacenter modernizzando l’intera rete dei suoi apparati.

Attenta a fornire ai propri clienti patrimoni informativi completi e di qualità, su piattaforme e servizi altamente specializzati senza discontinuità e latenze, nel 2010 Crif ha scelto di rinnovare il proprio datacenter con tecnologie Cisco.

Supportata da Vem Sistemi, in soli 8 mesi la società specializzata in sviluppo e gestione di sistemi di informazioni creditizie, soluzioni di Business information per oltre 3.100 banche e società finanziarie e 25mila aziende clienti in tutto il mondo ha, così, modernizzato l’intera rete dei suoi apparati.

I risultati
Condotto a sei mani, il progetto distribuito su due siti per offrire servizi di Business continuity, ha consentito a Carlo Romagnoli (nella foto), It director distributed It operations di Crif, di rispondere con efficacia alle accresciute esigenze di stabilità e di flessibilità dettate dall’avvenuta crescita di rete.

In questo modo, grazie a 4 Cisco Nexus 7000 e oltre 25 Cisco Nexus 2000, è stato possibile fornire la massima affidabilità nei servizi erogati, accelerandone i tempi di allestimento anche grazie a un sistema di controllo dell’infrastruttura che permette di avere un maggior numero di informazioni sull’utilizzo della rete e sui dati che vi transitano per intervenire più prontamente in caso di fault o di fail over.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here