Cloud in azienda: una volta su due l’ha deciso l’It

Emerge da una ricerca pressoché mondiale di Amd che dice che si passa al cloud per motivi eminentemente infrastrtutturali.

Da una ricerca che Amd ha condotto in Usa, Europa e Asia Pacifico sul cloud sentendo responsabili It dei settori pubblico e privato è emerso che il cloud computing sta crescendo rapidamente, con un 70% di intervistati che lo indica come una soluzione già in uso o che utilizzerà per applicazioni remote o per lo storage dei dati; tra chi lo ha già implementato il 60% ha riferito di essere già in grado di cogliere il valore di business.

Dal momento che l'adozione del cloud è in aumento, si registra un conseguente incremento del valore dei dati immessi nel cloud: il 63% chi lo utilizza stima di aver salvato dati per più di 250.000 dollari di valore.

La scelta di farlo è guidata per più del 50% dei casi dai Cio, dai responsabili It e dai direttori It, che attribuiscono grande importanza alla tecnologia che sta alla base del cloud.

Il 92% degli intervistati che utilizza abitualmente il cloud ha affermato che l'infrastruttura è stata importante nella decisione di adottarlo.

Le risposte ottenute dagli intervistati del settore privato hanno permesso di identificare i carichi di lavoro più adatti per il cloud: nell'ordine, le e-mail, la finanza/contabilità e il Web serving.

Problema know-how
Riguardo il settore pubblico circa la metà degli intervistati appartenenti ha osservato che sonbo le riduzioni di budget a spingere sempre più organizzazioni It in direzione del cloud.

Un ostacolo che gli impedisce ancora di abbracciare pienamente il cloud è dato dalla necessità di possedere le necessarie competenze It in-house.
Per ora il 43% degli intervistati sente di non essere in possesso delle competenze interne (mentre nel settore privato il valore scende al 23%).

Un dato interessante è quello del client con cui si accede al cloud: pc per il 90%, smartphone per il 56%, tablet per il 37% e thin client per il 32%.

Il report completo con un'analisi dettagliata dei dati per regione, settore, e dimensioni delle organizzazioni è disponibile qui.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here