Home Soluzioni Retail La trasformazione digitale è il fattore abilitante del settore retail

La trasformazione digitale è il fattore abilitante del settore retail

Per il settore retail, messo alle corde dalla emergenza coronavirus, la trasformazione digitale non è più una opzione ma una necessità imperativa.

La rivoluzione digitale, accelerata ancora di più dal recente contesto, ha profondamente cambiato il volto del mercato Retail.

Fabio Invernizzi, Sales Director EMEA South di Boomi sottolinea come ora più che mai, i dati sono diventati una risorsa per salvaguardare la propria posizione sul mercato.
Tuttavia, per trarre il massimo beneficio da questo asset, è richiesto un considerevole sforzo per integrare ambienti applicativi complessi e in continuo cambiamento. Questo fondamentale requisito può essere notevolmente semplificato utilizzando le moderne piattaforme di integrazione iPaaS (Integration platform as-a-service).

Nel corso del tempo, il consumatore è diventato un cliente esperto. Si informa in tempo reale su Internet, cerca buoni affari, confronta i prezzi e acquista in base alle proprie preferenze. Il commercio elettronico ha eliminato le frontiere, l’introduzione di market-place digitali ha creato enormi opportunità anche per le Pmi.

L’innovazione è essenziale, in primis per essere presenti rapidamente sul maggior numero di market place possibile e, in secondo luogo, per migliorare continuamente l’esperienza del consumatore, la cui fedeltà a un marchio non è più acquisita ad vitam, ma al contrario dipende fortemente dalla sua esperienza d’acquisto.

La customer experience, che inizia nel momento in cui il cliente inizia ad informarsi e prosegue con la scelta, la consegna del prodotto e con l’assistenza post vendita, è essenziale tanto quanto la qualità del prodotto stesso.

customer experience

Quindi, è necessario inserire nuovi elementi che concorrono a garantire la soddisfazione del cliente, un tempo legata sopratutto al costo del prodotto.
Ora più che mai, al fine di soddisfare le aspettative dei propri clienti, le aziende devono essere in grado di sfruttare tutte le informazioni a disposizione.

Molte aziende del settore retail sono consapevoli che conoscere il proprio cliente a 360 gradi è un importante elemento di differenziazione. Molto spesso è però complicato avere questa visione unica e completa, e ciò è spesso evidente agli occhi del cliente stesso. Un esempio classico è l’essere contattati più volte dalla stessa azienda con l’invito a valutare prodotti e servizi, che magari usiamo già da anni.

Nel commercio al dettaglio, come in molti altri settori economici, i dati sono fondamentali, eppure solo il 65% dei dati presenti nei sistemi aziendali viene sfruttato per ricavarne delle informazioni rilevanti. Il motivo è spesso legato alla difficoltà di mettere in comunicazione le decine di applicazioni aziendali e abbattere i molteplici silos all’interno dei quali i dati sono presenti.

I sistemi sono numerosi e di diversa natura (software di e-commerce, piattaforme di assistenza clienti, ERP, CRM, Supply Chain ecc.), e distribuiti in ambienti ibridi, on-premise e cloud; tale tipologia di scenario è spesso ulteriormente complicato da fenomeni di fusioni ed acquisizioni aziendali.

In questo ambiente complesso e molto eterogeneo, i responsabili IT si trovano a fronteggiare numerose difficoltà per realizzare l’integrazione necessaria a supportare le iniziative di di “customer centricity”. Difficoltà che in numerosi casi, per via delle dinamiche di espansione aziendale, comportano l’onere di dover gestire i sistemi esistenti oltre a doversi accollare il debito tecnico derivante dalle società acquisite.

Continua Invernizzi, grazie alla disponibilità delle nuove tecnologie d’integrazione iPaaS, la corsa all’innovazione può rivelarsi un successo per il retail e gli ostacoli sin qui descritti possono essere superati con maggiore semplicità e velocità.

Un’iPaaS è una piattaforma di integrazione che si propone alle aziende come un servizio piuttosto che un ulteriore sistema da gestire ed è costituita da un insieme strumenti ideati per lavorare in modo estremamente sinergico tra di loro. L’iPaaS permette di mettere in comunicazione applicazioni e dati, di qualsiasi tipologia e dovunque essi si trovino.

La piattaforma Boomi offre una gamma di servizi di integrazione As-a-Service atti a semplificare e accelerare il flusso dati tra le applicazioni.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php