Supervisione e protezione: nuovi Ups per Aeroporti di Roma

Gruppi di continuità Socomec contro i disservizi segnalati dal customer service degli scali Roma Fiumicino e Ciampino.

Impegnato da tempo nell'ammodernamento delle infrastrutture aeroportuali della Capitale, il Gruppo Adr (Aeroporti di Roma) ha affidato alla business continuity di Socomec la protezione elettrica dei distributori di carrelli porta-bagagli e delle interfacce di comunicazione delle centrali antincendio.

Intenzionato a portare avanti un piano di sviluppo coerente per rispondere al continuo incremento del volume del traffico atteso con l'estensione dell'area aeroportuale, all'inizio del 2013 il Gruppo ha visto Socomec aggiudicarsi il bando di gara per la vendita e l'installazione di 96 Ups.

Con 48 di questi, modello Itys da 2.000 VA, si è provveduto alla protezione delle interfacce di comunicazione tra il sistema di supervisione elettrico dell'aeroporto e le centrali antincendio che, seppur dotate di apposite batterie, potrebbero far diminuire la capacità della struttura di affrontare eventuali emergenze in caso di prolungata mancanza di corrente.

Altri 48 Ups da 1.000 VA dotati di tecnologia Vfi online a doppia conversione sono, invece, andati a sostituire e potenziare la protezione elettrica preesistente dei carrelli porta-bagagli, protagonisti di spiacevoli disservizi portati all'attenzione del customer service dei due scali capitolini dopo i disagi segnalati ripetutamente da passeggeri impossibilitati a sganciarli e a farne uso perché privi di corrente.

A soddisfare i requisiti di efficienza richiesti da una struttura che può arrivare fino ai 500mila passeggeri in transito nell'arco di poche giornate e che si aspetta di accogliere 100 milioni di passeggeri all'anno, a fronte dei quasi 42 milioni registrati nel 2012 grazie alle oltre 100 compagnie aeree operanti nei due scali di Roma Fiumicino e Ciampino, è anche il software Local View che equipaggia i dispositivi Socomec.
L'eventuale assenza di alimentazione di un Ups viene, infatti, segnalata via email a garanzia di un intervento tempestivo su dispositivi costantemente monitorati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here