Home Mercato Salesforce, l'Italia è leader della crescita mondiale

Salesforce, l’Italia è leader della crescita mondiale

Le attività di Salesforce proseguono a ritmo serrato, e a guidare le fila della crescita nell’ultimo anno fiscale è stata proprio l’Italia.

A fare il punto sulla situazione della società fondata da Marc Benioff è stato Federico Della Casa, Country Leader per l’Italia di Salesforce. La società, ha voluto ricordare il manager, è fondata su Trust, Customer Success, Innovation ed Equality.

Tutelare i dati dei clienti e godere della loro fiducia (Trust) è essenziale per poter personalizzare le soluzioni e poter effettuare un lavoro qualitativo.

Il successo dei clienti è parimenti vitale per Salesforce, dato che solo con i rinnovi delle subscription il business è sostenibile, e senza un riscontro economico efficace difficilmente le organizzazioni rinnoverebbero le licenze.

Innovare è certamente vitale, in un mercato competitivo come quello IT; Salesforce non si è mai seduta sugli allori sia in termini di ricerca e sviluppo che di merge&acquisition

Infine, e su questo punto Della Casa si è voluto soffermare, equality. Da oltre 20 anni tutti i dipendenti Salesforce hanno facoltà di dedicare 56 ore l’anno (pari all’1%) delle ore lavorative annue in attività di volontariato ma normalmente retribuite dalla società.

Inoltre, l’1% delle subscription viene devoluto in beneficenza, e Salesforce pareggia le donazioni volontarie fatte dai propri dipendenti, raddoppiandone il valore.

Tutto questo sforzo in social responsibility si traduce in numeri importanti: parliamo di oltre 300 milioni di dollari in donazioni, e 4,8 milioni di ore di volontariato offerte su base annuale.

Anche i numeri sorridono a Salesforce: il fatturato ha superato i 17 miliardi di dollari, con una crescita anno su anno di quasi 4 miliardi di dollari.

La crescita è sorretta dal cambio culturale a livello globale, in cui le relazioni hanno un peso specifico sempre più elevato, rispetto al classico commercio di beni e servizi.

Clienti come Marriot, Tesla e Lamborghini sono affiancati da Salesforce nella gestione del cliente, come le blockchain usate da Lamborghini per tracciare la storia del cliente e del suo veicolo, abilitando un livello molto elevato di customer experience.

Evidente anche in questo caso come la gestione del dato sia imprescindibile per il rapporto con la community, e il trust ne è parte fondante.

Con la piattaforma Customer 360, Salesforce si impegna ad organizzare e raccogliere i dati dei clienti, personalizzandoli e consentendo ai sui clienti una serie di attività pre e post-vendita precisi e puntuali, nel solco della customer loyalty oggi sempre più centrale per il successo di qualsiasi business.

La specifica situazione italiana è eccellente, essendo la nazione che ha registrato la maggior crescita di fatturato al mondo per Salesforce nell’ultimo anno fiscale, assecondata da una crescita record di dipendenti: +41% anno su anno.

I clienti italiani sono circa 1500, la stragrande maggioranza dei quali hanno meno di 500 dipendenti. Molte sono le PmB, anche quelle con pochissimi dipendenti: una dimostrazione concreta della idea di democratizzazione del software che da sempre fa parte della filosofia di Marc Benioff.

Della Casa ritiene che conoscere e lavorare intensamente sulla realtà italiana sia la chiave del successo, così come lo è il substrato economico sottostante.

Infatti, molte aziende italiane sono particolarmente attente al tema della soddisfazione del cliente: una vera simbiosi con la filosofia Salesforce. Il manager sostiene con forza la qualità del lavoro italiano sul digitale, non così arretrato come spesso viene dipinto.

I settori in cui Salesforce agisce in Italia sono molteplici: Utilities con aziende come a2a, Enel, Italgas; Retail e Fashion rappresentati da Boggi, Miroglio, Rinascente ed Euronics; Manufacturing con Pirelli, Ducati, Lamborghini; Financial services con Axa, Unicredit, Sara assicurazioni e Government con il grande mondo della P.A.

Salesforce punta molto sul mondo partner e system integrator, consapevole dell’impatto delle proprie soluzioni presso i clienti e della necessità di “affidarne” l’implementazione a professionisti di qualità ed esperienza.
Si tratta del quarto più grande ecosistema in Europa, dietro solo a Regno Unito, Francia e Germania e composto da 60 partner.

Salesforce affianca i partner ma non solo: le competenze vengono create grazie a percorsi di formazione in collaborazione con le università, e alla fine del percorso offrendo agli studenti una opportunità lavorativa.

Il progetto ha coinvolto oltre 500 studenti in due anni: un numero certo non trascurabile e una ulteriore prova tangibile della concretezza messa in campo da Salesforce.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php