Reti aziendali stressate nell’anno del cloud

Per Easynet il continuo cammino verso un approccio distribuito, i social media e la sicurezza producono pressioni sulle reti. E sui Cio.

Easynet si è espressa su cinque tendenze che determineranno le attività di computing aziendali nel corso del 2011.

Lo ha fatto sulla base di interviste condotte con la propria clientela globale e delle opinioni del proprio management.

In sintesi, la società prevede che le reti aziendali diventeranno ancora di più strategiche per il business, dato che cloud computing e social media si diffondono e le aziende controllano attentamente la propria spesa It.

Il cloud sarà, ancora, in primo piano, con un'accelerazione degli investimenti in virtualizzazione, cloud pubblici e privati in outsourcing.
Tuttavia, affinché le aziende possano recuperare il capitale investito dovranno riequipaggiare le loro reti aziendali in modo da completarsi a vicenda.
Senza questa reingegnerizzazione, i progetti cloud rischiano di fallire, poiché le reti non riescono a supportare le richieste.

Al capitolo social media i Cio sentiranno il peso delle richieste dei dipendenti e del management.
Il maggior utilizzo dello streaming video e del social networking aumenterà la pressione sulle reti aziendali, portando a un utilizzo ancor più diffuso degli strumenti per la gestione della rete e del back-up delle connessioni Internet.

Le aziende possono ritrovarsi obiettivo di hacker, mobilitati attraverso i social media. La protezione contro attacchi di tipo DdoS (Distributed Denial of Service) dovrebbe essere un elemento fondamentale della strategia di risk management di un'azienda che affonda la propria influenza sin dentro il datacenter.

Molti Cio si troveranno ad affrontare il terzo (o quarto) anno consecutivo in cui devono cercare di fare di più con meno budget. Se il cloud è una via per ridurre le spese Capex, Easynet consiglia ai Cio di analizzare a fondo i livelli di servizio (Service Level Agreement) stipulati con i fornitori, per assicurarsi che l'azienda ottenga il massimo ritorno dagli investimenti.
Nel rapporto con il vendor i Cio dovranno prevedere incontri di revisione frequenti, una visione approfondita della propria azienda e contatti con i ruoli di responsabilità chiave presso il fornitore.

Infine, con la prevista ripresa della crescita dell'economia globale nel 2011, ai dipartimenti It sarà richiesto di supportare l'aumento delle attività commerciali dell'azienda. L'impatto potrebbe interessare una maggior capacità della rete o la fornitura di sistemi di e-commerce per gestire più transazioni.

Una riflessione anche sul lavoro It: se il mercato dei servizi It si riprenderà davvero, nasceranno opportunità di lavoro interessanti, pertanto i Cio e le Hr dovranno investire di più in formazione e altri incentivi per allineare e trattenere le risorse più valide.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome