È frenetica l’attività dei big del silicio e delle infrastrutture di rete, mentre si entra nel vivo del deployment del 5G nei principali mercati delle telecomunicazioni mobili: dopo Intel e Huawei, non poteva non rispondere presente all’appello anche Qualcomm.

L’azienda statunitense è presente con le sue soluzioni 5G sul lato dei dispositivi destinati agli utenti finali così come su quello delle infrastrutture per gli operatori mobili e per le aziende.

Qualcomm 5G

Per quanto riguarda i primi, la piattaforma mobile Qualcomm Snapdragon 865 5G è Intel e nel 2020 potenzierà numerosi smartphone già usciti o in arrivo sul mercato.

OEM e brand globali quali ASUS, Black Shark, Fujitsu Connected Technologies Limited, iQOO, Lenovo, Nubia, Oppo, Realme, Redmi, Samsung Electronics, Sharp, Sony, Vivo, Xiaomi e ZTE hanno infatti scelto, rende noto Qualcomm, lo Snapdragon 865 5G per i nuovi device 5G previsti per quest’anno. 

Qualcomm 5G

Non solo smartphone: è in crescita anche il mercato dei Pc 5G Always On, Always Connected, e anche questi, in molti casi, integrano la piattaforma Qualcomm Snapdragon. Anche grazie al supporto da parte degli operatori, le potenzialità del network 5G stanno ridefinendo il concetto di mobile, computing sia per i consumatori che per l’utenza business, con l’esperienza d’uso dei Pc sempre connessi.

Parlando di utenza business, le tecnologie infrastrutturali 5G di Qualcomm per le aziende sono naturalmente un componente chiave dell’azienda americana in questo mercato.

La piattaforma Qualcomm 5G RAN FSM100xx è stata lanciata a maggio 2018 e da allora è stata adottata da diversi produttori e provider di infrastrutture cellulari in tutto il mondo. L’ecosistema dell’infrastruttura wireless riconosce, sottolinea l’azienda americana, che Qualcomm Technologies offre una piattaforma di accesso radio mmWave disegnata per essere scalabile e conveniente. Inoltre, il suo form factor e livello di potenza sono progettati per gestire i requisiti di addensamento delle reti 5G indoor e outdoor e i veloci aggiornamenti dei network al 5G.

Lo sguardo di Qualcomm è focalizzato non solo su quello che è ormai il presente delle telecomunicazioni mobili, ma anche sul futuro della tecnologia 5G.

L’azienda ha infatti annunciato una serie di nuove dimostrazioni avanzate relative alla tecnologia 5G, che offrono un assaggio della roadmap di Qualcomm nel settore. La prima fase del 5G, evidenzia Qualcomm, è stata focalizzata sulla fornitura di nuove e migliori esperienze sui dispositivi smartphone, ma la fase successiva del 5G, che copre 3GPP Release 16, 17 e successive, secondo l’azienda americana trasformerà interi settori e casi d’uso, quali l'IoT industriale, l’automotive, la realtà aumentata e altro ancora.

Tra le aree oggetto di attività di ricerca da parte di Qualcomm Technologies, finalizzate all'espansione del 5G, ci sono: test su network 5G Massive MIMO OTA, con un sistema end-to-end operante a 3,5 GHz; l’evoluzione dei wide-area network 5G, con funzionalità quali il full duplex MIMO e tecnologie accurate di posizionamento dei device; l’evoluzione della tecnologia mobile mmWave; il Cellular-to-Everything (C-V2X) e altre ancora.

Qualcomm 5G

Una delle applicazioni abilitate dal 5G è la realtà aumentata e virtuale. In questo campo Qualcomm Technologies ha svelato un nuovo reference design per i visori XR (extended reality) basato sulla piattaforma Qualcomm Snapdragon XR2.

Questo reference design, abilitato dal 5G, semplifica tecnologie complesse e, spiega Qualcomm, consente ai clienti di offrire, nel corso del 2020, a consumatori e aziende una nuova generazione di dispositivi premium con realtà aumentata (AR), realtà virtuale (VR) e realtà mista (MR).

Rispetto all’attuale piattaforma XR utilizzata, il reference design supportato dalla piattaforma Snapdragon XR2 offre il doppio delle performance di CPU e GPU, larghezza di banda video quadruplicata, risoluzione e miglioramenti di intelligenza artificiale superiori rispettivamente di 6 e 11 volte.

Il reference design di Qualcomm supporta fino a sette fotocamere; include due fotocamere interne, una per ogni occhio al fine di abilitare il monitoraggio oculare; inoltre, monta quattro fotocamere esterne, due RGB per esperienze di realtà mista e due per funzionalità di head tracking che possono anche essere utilizzate per generare accurate mappe di profondità. Il reference design permette ai partner di assemblare diverse configurazioni con fotocamere aggiuntive per riconoscimento facciale e delle labbra o una seconda fotocamera monocromatica per il monitoraggio dei controller.

Qualcomm è protagonista anche nella tecnologia WiFi 6 e ha condotto una dimostrazione over-the-air del funzionamento del WiFi 6E con spettro 6 Ghz, con il sottosistema di connettività mobile Qualcomm FastConnect e le piattaforme Qualcomm Networking Pro Series Wi-Fi Access Point. 

Maggiori soluzioni sulle soluzione 5G di Qualcomm sono disponibili sul sito dell'azienda.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome