Home Cloud OVHcloud e Google Cloud, nasce il multicloud europeo

OVHcloud e Google Cloud, nasce il multicloud europeo

Il tema di un cloud europeo è da sempre al centro della strategia di OVHcloud, e si accompagna a quello della sovranità dei dati, intesa nell’accezione più neutra, apolitica del termine, per indicare le esigenze che nascono dalle indicazioni che le statualità avanzano alle imprese riguardo la compliance dei dati.

Ce lo spiegò bene il ceo di OVHcloud Michel Paulin in un’intervista esattamente due anni fa, in cui sottolineò la necessità e il valore di un cloud europeo.

L’argomento della sovranità dei dati lo abbiamo anche affrontato recentemente nel contesto più ampio di una tavola rotonda su data center e cloud region, assieme a OVHcloud, AWS e Microsoft.

Un tema che ha sempre lasciato pensare all’esistenza di una insuperabile dicotomia fra il modo di fare cloud all’europea e quello all’americana, o se vogliamo, alla globalista, caratterizzato da un principio di residenza nei dati “nel mondo” tout court.

Invece c’è una svolta ed è indirizzata proprio dalla società di Roubaix.

OVHcloud, infatti, ha annunciato oggi l’avvio una partnership strategica con Google Cloud per, riporta una nota “accelerare la trasformazione digitale delle aziende europee, dando loro tecnologie costruite su un’infrastruttura affidabile per aiutarle a soddisfare le esigenze di controllo rigoroso dei propri dati, di sicurezza, trasparenza e privacy nell’implementazione di applicazioni cloud native“.

Per farlo OVHcloud introdurrà una nuova offerta di Hosted Private Cloud che contemplerà  la tecnologia open source Anthos di Google, nella propria infrastruttura dedicata altamente scalabile, completamente operata e gestita in Europa dai propri team.

Il contesto è dunque quello della necessità che hanno i cloud provider di proteggere i dati dei clienti in modo ancora più trasparente, evidenziando la necessità di adottare maggiori livelli di sicurezza e privacy, ispezionabilità e conservazione.

La partnership fra OVHcloud e Google Cloud va proprio in questa direzione, basandosi su open source, trasparenza, interoperabilità e reversibilità.

Nell’ambito dell partnership, si apprende da una nota, OVHcloud e Google Cloud metteranno in campo le rispettive tecnologie e competenze per costruire soluzioni congiunte che consentano ai clienti di beneficiare di tutti i vantaggi di un approccio multicloud e aperto, oltre a guidare l’importante ecosistema di sviluppatori di terze parti.

L’accordo prevede anche un impegno nel fornire innovazione a vantaggio dei clienti, supportando lo sviluppo delle competenze digitali e promuovendo la collaborazione con la community open source.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php