Oracle supera le attese di Wall Street

Presentata la prima trimestrale d’esercizio, con fatturato in linea e utili superiori alle aspettative.

15 settembre 2004 Qual è il modo migliore per festeggiare una
sentenza favorevole?
Presentare una buona trimestrale?
Di certo potrebbe
essere un buon sistema. E in fondo è quello che ha scelto
Oracle, che pochi giorni dopo aver ricevuto il via libera dal
giudice Walker per proseguire nella strategia di acquisizione di PeopleSoft ha
presentato risultati relativi alla prima trimestrale
d'esercizio superiori alle aspettative degli analisti di Wall Street.
Nel
periodo chiuso a fine agosto, la società ha infatti registrato un
fatturato di 2,22 miliardi di dollari, in crescita del 7%
rispetto ai 2,07 del pari periodo del precedente esercizio, e utili per
509 milioni,
pari a 10 centesimi ad azione, in crescita del 16%
rispetto ai 440 milioni, pari a 8 centesimi ad azione, del primo quarter dello
scorso anno.
Gli utili risultano superiori di un centesimo ad azione rispetto
alle attese di Thomson First Call, mentre le vendite mostrano un po' di
stanchezza, attesa sia dalla società sia da Wall Street, che Oracle conta però
di recuperare nei mesi a venire.
In particolare, l'area delle
business application ha registrato un declino, passando da
107 a 69 milioni di dollari, mentre il business
tradizionalmente più forte per Oracle, legato al database, ha
messo a segno un incremento del 18%, generando un giro di
affari di 494 milioni di dollari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here