Nuova infrastruttura It mission-critical per il Mef

Implementata da SpeedyCrew, DataCore SanSymphony-V migliora la continuità operativa salvaguardando gli investimenti del dicastero dell’Economia italiano.

Intenzionato a salvaguardare gli investimenti realizzati nel corso degli anni sui sistemi di storage Emc VMax, Emc Centera e Hp Eva, il ministero dell'Economia e delle Finanze italiano ha scelto lo storage software defined di DataCore.

Tra gli obiettivi perseguiti dal dicastero, anche lo snellimento e la centralizzazione della gestione dello storage per aumentare la produttività mettendo a disposizione, quando e dove necessario, spazi di archiviazione con elevata disponibilità nel giro di pochi minuti.

Almeno è questa la promessa di DataCore SanSymphony-V, messa a punto per trasformare lo storage in una risorsa disponibile trasversalmente rendendo il provisioning dello storage dinamico e automatico.

Ideato dal partner tecnologico SpeedyCrew, il progetto ha previsto l'installazione della soluzione DataCore su quattro piattaforme server x86 standard finalizzate a garantire ridondanza e protezione dei dati offrendo, al contempo, la gestione centralizzata di oltre 200 Tb di storage residenti sui diversi sistemi già citati.

Grazie all'aggiunta di funzionalità storage avanzate, come il mirroring sincrono su area metropolitana di tutti i dati importanti attraverso edifici e dipartimenti tra i nodi DataCore, per il Mef diventa ora possibile garantire elevata disponibilità e continuità operativa.

Inoltre, per consentire un rapido cachingin memory” ad alta velocità che accelera i carichi di lavoro delle applicazioni critiche del ministero, DataCore sfrutta la memoria ad accesso casuale presente in ciascun nodo, mentre risulta semplificata anche la possibilità di scalare e far crescere dinamicamente lo storage aggiungendo l'hardware di qualunque fornitore.

Il tutto in linea con la richiesta dei sistemi informativi del ministero di modernizzare e virtualizzare storage e infrastruttura It con flessibilità, scalabilità e libertà di scelta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome