DataCore, lo storage definito dal software non si ferma

Migliorata la piattaforma di virtualizzazione storage Sansymphony-V.

DataCore continua a migliorare il proprio software per la virtualizzazione e la gestione dello storage indipendente dal dispositivo, con il dichiarato obiettivo di mettere gli utenti It nelle condizioni di riprendere il controllo della loro infrastruttura di storage.

Seguendo questa matrice la società ha annunciato sviluppi delle complete funzionalità di gestione presenti nella versione R9 di Sansymphony-V, la piattaforma per la virtualizzazione dello storage.

Tra le nuove funzionalità della versione 9.0.3 la società segnala procedure guidate per mettere a disposizione degli utenti dischi virtuali multipli partendo da modelli; comandi di gruppo per gestire lo storage su host applicativi diversi; organizzazione dello storage a profili per un maggiore controllo e per il tiering automatico su livelli diversi con tecnologie flash, a stato solido (Ssd) e dischi fissi tradizionali; una nuova opzione del database repository per registrare e analizzare lo storico e le tendenze delle prestazioni; maggiori configurabilità e possibilità di scelta per l'integrazione di tecnologie flash lato server ad alte prestazioni e convenienti funzionalità di file serving su Nas; pool preferenziali per le snapshot per semplificarle e isolarle evitando impatti negativi sull'operatività; replica remota migliorata e ottimizzazione della connettività per prestazioni ed efficienza di livello superiore; supporto per le reti ad alta velocità Fibre Channel da 16Gbit e oltr.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here