N° 128 APRILE 2004

Spesso non basta prendere un taxi, come abbiamo esemplificato in questa foto per seguire i meeting dei vendor. E allora abbiamo cercato di intervenire noi per voi

Aprile 2004, È un vero e proprio popolo migratore che costantemente
prende il mezzo più appropriato per spostarsi da una località
all'altra per una propria intrinseca sopravvivenza legata al business. Stiamo
parlando dei business partner, abituati ormai a viaggiare non solo per seguire
i clienti, ma anche per rimanere aggiornati rispetto a tecnologie, programmi,
offerte. Per non parlare di quelli che vengono chiamati "viaggi per incentivare"...

E noi con loro. Dietro a loro. Nell'ultimo mese la redazione di Computer Dealer
& Var ha preso parte a meeting, partnerworld, incontri e appuntamenti sia
in Italia che all'estero. Abbiamo annotato strategie, obiettivi aziendali, programmi
creati ad hoc, invettive contro i concorrenti. Idee, sogni. Speranze e note
sul futuro. E abbiamo verificato sul campo cosa ne pensano i partner di canale
che si aspettano un 2004 un po' più "lucido" del recente passato.

Anche se le previsioni...
Ma i dati che gli analisti ci hanno consegnato sono tiepidissimi, tanto da consigliare
di tenere ancora duro.
Nel 2003, alla fine l'Ict secondo Sirmi ha lasciato sul terreno lo 0,2%. Un
risultato che vale però un calo del 4,1% per l'It e una crescita del
2% delle Tlc. E la situazione non dovrebbe cambiare neanche per quanto riguarda
il 2004 visto che la società di Maurizio Cuzari stima che quest'anno
l'It scenderà ancora dell'1,8% mentre le telecomunicazioni porteranno
a casa una crescita del 3,5%.
Così, quello che si deve ancora fare è tamponare. E magari iniziare
a instaurare un rapporto di business diverso. Non più fatto soltanto
a senso unico, dove il vendor imponeva e il reseller si adattava. Va detto che
certi vendor stanno iniziando a capire che è meglio cominciare a migliorare
i rapporti con i partner. Ne sono una prova i programmi e le certificazioni
di canale lanciati al partner meeting di Cisco, Ibm e Oracle. Ma anche Sap,
TeamSystem ed Esa hanno qualcosa da dire e da... proporre. Tutto sta, ora, nel
destreggiarsi bene tra le opportunità reali e più confacenti al
proprio ecosistema aziendale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here