MWC 2017: Il ritorno di Blackberry

Erano stati mostrati in anteprima al CES di Las Vegas: ora TCL li ha annunciati ufficialmente. Sono i nuovi Blackberry, che abbandonano il nome in codice Mercury per assumere la denominazione ufficiale di KeyOne.

Se vogliamo, anche in questo caso, come abbiamo già scritto per Nokia, c’è un po’ di operazione nostalgia; per i suoi nuovi dispositivi TCL ha risfoderato quanto di più iconico c’è in un Blackberry: la tastiera.

Le caratteristiche dei nuovi Blackberry Keyone

I nuovi KeyOne hanno uno schermo da 4,5 pollici con una risoluzione 1620 x 1080 con Gorilla Glass. Il processore è uno Snapdragon 625 a otto core e a 2GHz, mentre il sistema operativo è Android 7.1 Nougat.
La fotocamera anteriore è da 8 mpx, mentre quella posteriore da 12, 3 sono i GB di Ram e 32 i GB di memoria a bordo.
Non manca il riconoscimento delle impronte digitali, per l’accesso al dispositivo e ai dati.
La disponibilità è prevista per la primavera, con un prezzo indicativo di 549 dollari, naturalmente nella formula non sussidiata dagli operatori.

La sicurezza

La caratteristica distintiva del dispositivo è il software BlackBerry: dunque KeyOne viene fornito con preinstallata la suite di sicurezza DTEK, che avvisa l’utente ogni qualvolta una applicazione accede non solo alla fotocamera o al microfono, ma anche ai contatti o alla localizzazione.
Per DTEK, TCL promette aggiornamenti mensili.
Per quanto riguarda la tastiera, naturalmente è aggiornata rispetto al passato: dunque funge anche da trackpad, risponde ai gesti e può essere programmata con 52 shortcut personalizzabili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here