Microsoft aumenta lo sforzo nell’arena del Crm

L’azienda di Redmond progetta di lanciare alla fine dell’anno un nuovo strumento desktop per il mercato dei software per il Customer relationship management. Si tratta di Outlook 2003 with Business Contact Manager.

25 febbraio 2003 Il nome in codice con cui è stato sviluppato è Iris, ma, per esteso, il nuovo strumento desktop progettato da Microsoft per il Customer relationship management si chiama Outlook 2003 with Business Contact Manager. I test del software con cui la Casa di Redmond vuole rafforzare la propria presenza nel mercato Crm dovrebbero partire dal prossimo mese. Obiettivo dell'iniziativa è mettere a disposizione delle piccole aziende uno strumento che permetta di gestire i dati dei clienti e il rapporto con essi come un'implementazione alle esistenti funzioni di email e calendario offerte da Outlook.

Mentre Outlook 2003 with Business Contact Manager è indirizzato agli utenti Crm entry-level, l'azienda di Bill Gates intende anche rivolgersi ad attività con più di 500 impiegati attraverso Microsoft Crm, un prodotto più completo il cui debutto risale allo scorso mese. Non si sa ancora se il nuovo tool verrà integrato nella piattaforma Office 2003 o se verrà commercializzato separatamente; anche relativamente al prezzo, Microsoft continua a mantenere uno stretto riserbo. Così, mentre a Redmond si continuano a perseguire gli obiettivi di un aggiornamento da parte degli utenti per le proprie installazioni Office, il rilascio di un nuovo prodotto desktop focalizzato sul Crm potrebbe causare seri timori ai competitor del settore. Secondo gli analisti, infatti, le aziende potrebbero essere fortemente attratte dalla possibilità di consolidare il numero di applicazioni software rilasciate con funzioni Crm aggiuntive nel campo della familiare interfaccia Outlook. La combinazione di un tool Crm low-end e del prodotto di livello enterprise potrebbe dunque dare una grossa spinta al Crm di Microsoft, portandola in diretta competizione con nomi ben conosciuti del settore come Siebel Systems, Sap e via dicendo. Restano comunque i dubbi su come il prodotto Outlook potrà essere collegato a Microsoft Crm: gli esperti ritengono che la Casa di Redmond inizierà, in un primo momento, a distribuire i due prodotti in maniera separata.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here