Home Lavoro Meta, Mark Zuckerberg annuncia il licenziamento di più di 11.000 dipendenti

Meta, Mark Zuckerberg annuncia il licenziamento di più di 11.000 dipendenti

Mark Zuckerberg ha condiviso con i dipendenti quelli che lo stesso CEO dell’azienda definisce come alcuni dei cambiamenti più difficili che sono stati fatti nella storia di Meta.

Il fulcro della comunicazione è la decisione, da parte di Zuckerberg, di ridurre le dimensioni del personale di Meta di circa il 13% e di licenziare più di 11.000 dipendenti.

Meta sta inoltre adottando – ha proseguito Zuckerberg – una serie di misure aggiuntive per diventare un’azienda più snella ed efficiente, tagliando le spese discrezionali e prolungando il blocco delle assunzioni fino al primo trimestre.

Mark Zuckerberg ha anche dichiarato di assumersi in prima persona la responsabilità di queste decisioni e di come l’azienda sia arrivata a questo punto.

Il CEO di Meta ha affermato di considerare i licenziamenti come l’ultima risorsa, quindi l’azienda ha deciso di ridurre altre fonti di costo prima di licenziare le persone. Inoltre, questa serie di interventi si tradurrà in un significativo cambiamento culturale nel modo di operare dell’azienda.

Per esempio, ha sottolineato Zuckerberg, nel ridurre il proprio spazio immobiliare, l’azienda sta passando alla condivisione delle scrivanie per le persone che già trascorrono la maggior parte del loro tempo fuori dall’ufficio. Nei prossimi mesi saranno introdotti altri cambiamenti di questo tipo per ridurre i costi.

Zuckerberg ha cercato anche di analizzare il perché si sia arrivati a questo punto.

All’inizio del Covid, il mondo si è rapidamente spostato online e l’impennata dell’ecommerce ha portato a una crescita dei profitti fuori misura. Molti – ha spiegato Zuckerberg – prevedevano che questa sarebbe stata un’accelerazione permanente che sarebbe continuata anche dopo la fine della pandemia: anche il CEO di Meta l’ha pensato e ha deciso di aumentare in modo significativo gli investimenti.

Purtroppo, prosegue l’analisi di Zuckerberg, le cose non sono andate come il CEO si aspettava. Non solo il commercio online è tornato alle tendenze precedenti, ma la flessione macroeconomica, l’aumento della concorrenza e la perdita di segnale degli annunci hanno fatto sì che i ricavi di Meta fossero molto più bassi di quanto il fondatore e CEO dell’azienda si aspettasse.

Mark Zuckerberg ha anche sottolineato di assumersi tutta la responsabilità di questa valutazione errata.

In questo nuovo ambiente, ha condiviso Zuckerberg, l’azienda deve diventare più efficiente: ha spostato più risorse su un numero ridotto di aree di crescita ad alta priorità, come il motore di scoperta dell’intelligenza artificiale, le piattaforme pubblicitarie e commerciali e la visione a lungo termine per il metaverso.

Ha anche tagliato i costi in tutta l’azienda, riducendo i budget, i benefit e l’ingombro degli immobili. Sta poi ristrutturando i team per aumentare la sua efficienza. Ma queste misure da sole non basteranno a far sì che le spese siano in linea con la crescita dei ricavi, ha concluso Mark Zuckerberg, e quindi il CEO anche preso la difficile decisione di licenziare delle persone.

Nella sua lettera aperta, Mark Zuckerberg ha anche condiviso informazioni su come verranno gestiti i licenziamenti e su cosa c’è da attendersi per Meta da qui in avanti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php