Joyent fa cloud computing on demand

I server virtualizzati scalano più rapidamente con i controller di F5.

Per le aziende il cloud computing dovrebbe essere un modo scalabile ed economico per aumentare l'agilità e velocizzare l'innovazione, però l'infrastruttura deve essere capace di sostenere un elevato throughput. Per questo servono apparecchiature che diano agli utenti la flessibilità necessaria per adattarsi a ogni situazione di traffico.

Per farlo, Joyent, fornitore di soluzioni di cloud computing, ha installato la soluzione Big-Ip Local Traffic Manager di F5 Networks nella sua architettura di server per la virtualizzazione IaaS (Infrastructure as a Service).

L'offerta di Joyent nel settore del cloud computing è una linea di server virtualizzati, chiamati Joyent Accelerator. Tra gli utenti c'è anche la piattaforma di social networking LinkedIn.

Joyent ha scelto le periferiche di F5 come spina dorsale del servizio IaaS per il cloud computing. I Big-Ip servono a garantire la gestione di una grande quantità di traffico (2-10 Gbps), mentre il linguaggio di scrittura iRules permette la gestione flessibile dell'infrastruttura.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome