I Cio nel 2009: tanto cloud e reti sociali

La tendenza emerge da una sintesi di Gartner, che preconizza quattro temi per l’anno appena iniziato.

Gartner ha indirizzato ai Cio una lista di dieci consigli, afferenti a quattro macro tematiche, per far affrontare loro l'anno appena iniziato.

La considerazione di partenza riguarda i Ceo, che Gartner ipotizza, da un lato, sulla difensiva e dall'altro desiderosi di impostare una ripresa strategica per il 2010.

Secondo il vice president di Gartner, John Mahoney, come riporta una nota della società, in tempo di recessione le aziende guardano di più al loro interno per trovare vie di uscita alle ristrettezze del business. Il che crea ancora più aspettative sul lato It della gestione aziendale.

I Cio nel 2009, insomma, dovrebbero trovarsi ancora più al centro delle attenzioni e delle tensioni che spingono a recuperare competitività e redditività, per cui dovranno avere, contestualmente, la forza di resistervi e la capacità di imboccare nuovi percorsi tecnologici per creare opportunità di business.

La prima macro tematica che i Cio devono affrontare è quella del rafforzamento della propria struttura, che passa (primo consiglio) per la creazione di una rete per coltivare le competenze interne alla società, magari utilizzando gli strumenti del social networking. Fa parte dello stesso tema lo stabilire un codice comportamentale, anche etico se si vuole, per favorire una gestione più temperata della quotidianità: in tempi di crisi anche le esteriorità contano e la funzione It non deve essere più vista come quella che corre dietro ingiustificatamente alle mode. Terzo consiglio, vecchio: vanno cercati nuovi talenti. Di nuovo c'è che lo si può e deve fare utilizzando anche le reti sociali.

Il secondo tema riguarda la preparazione al cambiamento, che, secondo Gartner, per essere efficace va intesa come probabile sin da domani. Qui i consigli dell'analista vanno da un saggio quanto vago "prepararsi all'imponderabile", all'utilizzo di sistemi di social networking in prima persona (scopo: infondere fiducia, non dare alibi a chi chiede più comunicazione, creare cultura societaria) e, in campo tecnologico, spingono a puntare seriamente sul cloud computing.

Gartner ammette che esiste ancora confusione sul cloud, ma non fa nemmeno fatica ad asserire che nel giro di 10 anni l'It sarà erogata prevalentemente in questo modo.

Ineuttabile cloud, quindi, e prima ci si pensa e lo si affronta, prima si fa parte di quello che sarà il nuovo contesto competitivo. In ballo c'è il progresso e non solo tecnologico.

La terza tematica riguarda, letteralmente, come raggiungere la sopravvivenza evitando danni collaterali. Come possono, insomma, i Cio, favorire quei meccanismi di resistenza, di tenuta aziendale? Innanzitutto, secondo Gartner, dovrebbero non cedere alla tentazione di tagliare risorse (umane e materiali) impegnate sui progetti di media-lunga portata. Piuttosto dovrebbero avere la capacità di riconvertirle temporaneamente, tenendo vivi almeno i progetti biennali, sempre che siano stati pensati per dare valore (ma non c'è motivo di dubitarne).

Fa parte del tema, secondo Gartner, anche la gestione delle relazioni con i vendor. Per il 2009 il consiglio è di non declinare più gli inviti ai momenti di incontro che vengono loro rivolti dai fornitori di It. Anzi, sarebbe meglio fare un passo verso il senior management dei vendor, magari cogliendo l'occasione di un momento conviviale.

Cio e fornitori, secondo Gartner, avrebbero entrambi benefici: i primi potrebbero conoscere direttamente le persone a cui chiedere flessibilità nella fornitura, i secondi riuscirebbero a toccare con mano le istanze vive, addirittura nel momento in cui si creano, accorciando la catena della creazione delle soluzioni da fornire.

Filosofico, ma non troppo, l'ultimo consiglio sul tema: basta aver paura del futuro, meglio cercare di prenderne le redini. Contestualizzando un assunto sempre valido, ciò significa che i responsabili It devono imparare a convivere con una sopraggiunta frugalità, ma anche farlo senza andare a scapito dell'essenza del lavoro. Insomma, se di tagli di costi si deve parlare, si a quelli sui voli aerei, no a quelli per gli strumenti di sviluppo o per i corsi di formazione.

Quarto e ultimo tema, con consiglio annesso: come il Cio lavorerà e farà lavorare il suo staff quotidianamente? Tenendosi in contatto il più possibile è la risposta, che Gartner traduce nella necessità di esplorare e adottare strumenti come i lettori di e-book, browser efficienti (cita Chrome), Youtube in qualità di motore di ricerca di base. Utili alla causa (di risparmio ed efficienza) saranno le soluzioni di teleconferenza in alta definizione e anche la creazione e l'uso di applicazioni contenute di tipo cloud. Meglio farci il callo da subito, insomma.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome