Intervista a Fausto Maglia: nel marketplace Casavo la tecnologia è di casa

fausto maglia casavo

Pochi altri momenti nella vita di una persona lasciano un impatto come l’acquisto o la vendita di un immobile. Una fase inevitabilmente delicata per tanti motivi. Da quello strettamente pratico a quello emotivo, con gli importanti e delicati risvolti economici. Un’operazione spesso condotta al fianco di un partner, non sempre però in grado di alleviarne le fatiche. Nasce così la visione diversa di Casavo, un intermediario pronto a essere messo alla prova per rivelarsi più affidabile flessibile e anche personalizzabile, grazie a un’insolita combinazione di professionalità e tecnologia.

«L’idea nasce dalla constatazione di un mercato caratterizzato da una grande complessità, a fronte di un supporto per l’utente spesso non all’altezza – spiega Fausto Maglia, Chief Product Officer di Casavo-. Incertezze e problemi sono pronte e manifestarsi sia sul fronte del venditore sia su quello dell’acquirente».

Tutto però, parte nel momento in cui una persona decide di mettere in vendita un proprio immobile. E qui Casavo ha deciso di partire per offrire maggiore supporto durante la procedura all’insegna della trasparenza e della soddisfazione reciproca. Spesso infatti, si parla di operazioni molto delicate, anche solo per le cifre in gioco, dove non è raro che il venditore si senta spaesato in un contesto dove ci si trova poche volte nel corso di una vita e circondati da rischi e incombenze non comuni.

«Il primo passo è stato valutare se procedere noi direttamente all’acquisto – prosegue Maglia -. Proponiamo una valutazione e nel caso venga accettata significa anche avere a che fare con unico interlocutore e risolvere la transazione in tempi certi. Dopodiché, tutto quanto riguarda la vendita è compito nostro».

Un’iniziativa già rivelatasi valida, dove però la crescita deve fare i conti con disponibilità creditizie sempre più impegnative. Da qui, l’idea di allargare il raggio d’azione, con un marketplace dove mettere in contatto domanda e offerta, supportando entrambi ma lasciando condurre l’operazione ai diretti interessati.

Un obiettivo meno facile da raggiungere di quanto si possa credere. Per riuscire a conquistare la fiducia degli utenti, e segnare la differenza in un settore molto frammentato e competitivo, una offerta creata sulla base di pochi parametri generici non può essere sufficiente.

Un punto di incontro su misura

«Sappiamo cosa si aspetta chi viene da noi. Nel momento in cui un utente si registra e completa il profilo, siamo in grado di trovare un potenziale cliente. Una procedura non molto diversa da un sito i incontri online, dove si cerca subito una controparte con esigenze complementari»

Sul fronte della vendita, non sempre si ha una reale idea del valore di un immobile, e rivolgersi a un’agenzia non significa necessariamente trovare la risposta corretta. Inoltre, il modo giusto di compilare un annuncio non è per nulla scontato, rischiando di perdere opportunità già in partenza. D’altra parte, non sempre un acquirente ha una reale percezione di cosa possa sodisfare le proprie esigenze. Spazio ideale per chi vuole provare a cambiare approccio nel mercato immobiliare.

«La nostra idea è capire esattamente cosa cerchi un cliente. Raccogliere informazioni utili a realizzare un profilo, con un’area riservata dove trovare risposte anche ad aspetti meno scontati ma altrettanto importanti. Per esempio offerte non ancora pubblicate alle quali dare una priorità per rendere le operazioni più veloci, ma anche indicazioni su tutti gli aspetti complementari, come il pagamento con eventuale mutuo, la burocrazia o la parte notarile».

L’elevato utilizzo di tecnologia non significa rendere le operazioni completamente virtuali. Il progetto Casavo non fa infatti in concorrenza con le Agenzie, si tratta solo di uno strumento in più. A sua volta infatti, l’azienda può contare su una rete di partner per gestire le visite sul posto, concordare l’offerta e gestire un’eventuale negoziazione, fino alla chiusura completa di una compravendita. «Abbiamo sempre avuto un buon rapporto con gli Agenti, Acquistiamo spesso da loro e riassegniamo loro tante vendite. È interesse reciproco collaborare».

Tempi più veloci per accontentare tutti

I dati confermano la validità dell’idea. Mediamente, i tempi delle operazioni risultano accorciati almeno del 20%. Per buona parte, conseguenza della validità nell’algoritmo di matching e nel meccanismo di Priority Sales, capace meglio di altre procedure di trovare la soluzione giusta per ogni parte.

«Dalle nostre stime, in un mercato dove nessun operatore detiene oltre il 10%, il 60% passa da noi, anche solo per una valutazione. Lo vedo anche come un interessante indice di sfruttamento della tecnologia, un punto di partenza sul quale cercare di andare oltre».

I segnali sono già visibili. Sul sito Web Casavo non ci si limita a caricare l’offerta con relativa descrizione e immagini, o la richiesta. Oltre a un profilo personale più dettagliato sugli obiettivi, viene fornito supporto per giudicare la bontà sia di un testo sia delle fotografie, invitando eventualmente ad aggiungerne o sostituirne.

Se sul fronte utente è indispensabile presentare la massima linearità, in realtà la complessità nel sistema alle spalle è di quelle importanti. Un punto sul quale la consapevolezza non manca e di conseguenza neppure l’impegno. «Sentivamo bisogno di migliorare la gestione di abilitazione e gestione degli Agenti immobiliari. Per questo abbiamo acquisito una società francese esperta del settore e stiamo lavorando per integrare il software».

Più a lungo termine, ma neppure molto, l’obiettivo è sfruttare l’intelligenza artificiale per alzare ulteriormente il livello di personalizzazione dell’offerta, anche oltre le stesse aspettative di un cliente. Per esempio, interpretando i dati inseriti, le interazioni e le ricerche effettuate in modo da individuare anche soluzioni alternative, non prese in esame dall’utente ma potenzialmente in linea con il proprio profilo.

Un altro fronte esplorato è quello della realtà aumentata. Per esempio, per simulare un arredamento o interventi di interior design, così da aiutare meglio a capire se la proposta sia effettivamente in linea con le attese.

L’evoluzione dimostrata da Casavo permette quindi di superare il tradizionale ruolo di semplice intermediario tra parti non sempre pienamente coscienti sugli obiettivi raggiungibili, con domanda e offerta a volte difficili da collimare e non necessariamente con il dovuto supporto nella transazione. «Noi superiamo questi limiti, e inoltre possiamo offrire servizi accessori – conclude Fausto Maglia -. Con il marketplace la profilazione degli utenti e i feedback, ai quali aggiungiamo servizi come interior design o anche per progettare una ristrutturazione, intendiamo andare oltre la semplice intermediazione e arrivare a una sorta di e-commerce immobiliare».

Iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome