Ibm spinge a migrare sul mainframe

Nuova iniziativa fatta di servizi e programmi per ridurre costi e inefficienze.

Ibm ha annunciato il varo di nuovi servizi e programmi orientati a ridurre costi e inefficienze mediante la migrazione dai server Sun e Hp ai sistemi Ibm System z, in particolare sulla piattaforma Linux.

La nuova offerta, chiamata Server Consolidation and Migration Services e che comprende una tecnologia in attesa di brevetto, punta a ridurre i tempi e gli sforzi richiesti per trasferire i silos applicativi a un'infrastruttura z, deputata a essere più efficace in termini di costi e più facile da gestire, sfruttando anche le potenzialità di Linux.

Già ora, fa sapere Ibm, quasi 2.800 delle 5.000 applicazioni disponibili sulla piattaforma System z sono basate su Linux.

Ibm ha annunciato anche il programma z Rewards, che offre incentivi finanziari per aiutare i clienti ad approfittare di questi servizi di migrazione.

Le aziende che acquistano o effettuano l'upgrade a un nuovo mainframe z10 Enterprise Class o Business Class potranno accumulare punti applicabili ai servizi di migrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome