Hp ristruttura e ne taglia 27.000

Il Ceo Whitman annuncia un piano di ristrutturazione biennale e trasversale a tutte le divisioni. Potenziata la ricerca e sviluppo. Si torna a parlare di tablet.

Lo avevamo anticipato qualche giorno fa e ora la notizia è confermata.
Nell'annunciare i risultati del secondo trimestre dell'esercizio fiscale, Hp ha annunciato un pesante piano di riorganizzazione, che passa attraverso il taglio di circa 27.000 dipendenti, che corrispondono all'8% della forza lavoro attuale.
L'operazione si svolgerà nell'arco dei prossimi due anni, verrà condotta prevalentemente attraverso prepensionamenti e consentirà da un lato di rilanciare la crescita, dall'altro di iscrivere a bilancio un risparmio di 3,5 miliardi di dollari l'anno una volta giunta a pieno completamento.

La Ceo della società, Meg Whitman, nell'annunciare la ristrutturazione ha anche precisato che la misura dovrebbe interessare l'intera Hp e che un terzo dei licenziamenti sono previsti negli Stati Uniti.

Contestualmente, tuttavia, Hp intende investire di più in alcune aree e in modo particolare in ricerca e sviluppo, con un focus specifico nelle aree pc e printing.

Per quanto riguarda i risultati della trimestrale, rispetto a un anno fa Hp ha registrato un calo del 3% nel fatturato, fermo a quota 30,69 miliardi di dollari e del 31% negli utili, passati da 2,3 a 1,59 miliardi di dollari, vale a dire da 1,05 dollari a 80 centesimi per azione.
Nonostante i segni negativi, i risultati sono al di sopra delle aspettative di Wall Street ed è questo il primo merito che viene attribuito alla nuova Ceo dopo che nell'ultimo anno e mezzo la società aveva regolarmente mancato le sue stesse previsioni.

Nell'insieme, ed evidentemente anche in ragione del piano di riorganizzazione annunciato, il titolo sembra aver riguadagnato la fiducia degli analisti di Wall Street: il titolo è cresciuto dell'11% nella seduta di ieri e qualcuno comincia a sostenere che la società sta ritrovando il giusto passo.

Nel corso dell'incontro con gli analisti, Meg Whitman ha inoltre anticipato che Hp intende ritornare sul mercato dei tablet con un lancio autunnale.
Per la stagione natalizia la società giocherà di nuovo le sue carte con un tablet a cuore Windows 8, cercando migliori performance rispetto a quanto accadde con TouchPad, sold out dopo una drastica riduzione del prezzo.

Per quanto riguarda le diverse divisioni dell'azienda, l'area pc ha registrato risultati appena in linea con lo scorso anno, con un calo evidente nella parte consumer che mette in ombra quanto ottenuto nella divisione professionale. In calo del 10% anche l'area printing, sia sul fronte consumer sia su quello professionale. Al di sotto delle aspettative i risultati derivanti dall'acquisizione di Autonomy, mentre serer, storage e networking registrano un calo del 6%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here