Pc: Hp si riprende il primo posto

Canalys rende noti i dati del primo trimestre dell’anno. Dopo aver lasciato il passo ad iPad a fine anno, Hp torna in vetta alla classifica. Ma se il primo quarter è positivo, qualche incertezza si attende per quello in corso.

Se nel quarto trimestre dello scorso anno il mercato mondiale dei pc è stato ampiamente condizionato dal fenomeno tablet e in particolare da iPad, i primi tre mesi del nuovo anno segnano il ritorno del pc tradizionalmente inteso.
E' questa la sintesi che si può trarre dalla nota pubblicata in questi giorni da Canalys, che analizza il comparto mondiale inserendo nelle sue misurazioni anche i tablet (i pad nella sua definizione) diversamente da quanto continuano a fare Gartner o Idc.

Secondo Canalys, dunque, il primo trimestre dell'anno in corso segna in qualche misura il ritorno di Hp.
La società, che alla fine dello scorso anno aveva dovuto cedere il trono a Apple, ritorna in testa alla classifica, superando di qualche decina di migliaia di unità (40.000 sostiene Canalys) i 15,8 milioni di client consegnati da Apple, nei quali figurano però 11,8 milioni di iPad.
Se il secondo posto spetta ad Apple, la terza posizione, con una conferma in questo caso dei dati di Gartner e Idc, spetta a Lenovo, alla quale si ascrive una crescita del 50 % anno su anno.
Quarto e quinto posto spettano rispettivamente ad Acer e Dell, che tuttavia risultano in regresso rispetto al pari periodo dell'anno precedente.

Stiamo parlando di un comparto che anno su anno registra una crescita del 21% a 107 milioni di unità complessive, nel quale però le difficoltà dei client tradizionali sono compensate dai tablet, che ormai rappresentano il 19% dei client consegnati, per i quali la crescita si attesta al 200%.
Notebook e Desktop riescono a registrare segni positivi, con incrementi rispettivamente dell'11 e dell'8%, mentre anche Canalys non può che confermare la crisi del netbook, che non solo segna un regresso del 34% anno su anno, ma incassa il sesto trimestre consecutivo con segno negativo.

Nonostante i risultati tutto sommato confortanti, Canalys non nasconde che i mesi a venire non saranno facili per i produttori di pc.
L'incertezza economica a livello mondiale resta elemento di preoccupazione e potrebbe condizionare un secondo trimestre con propensione alla spesa orientata alla massima cautela.
Sarà inoltre un periodo nel quale il canale tenderà a liberare i magazzini dei modelli più obsoleti, in attesa dei refresh di linea previsti con l'arrivo delle macchine equipaggiate con i processori Ivy Bridge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here