Home Cloud Hitachi Vantara abilita l'edge e sostiene i clienti in difficoltà economica

Hitachi Vantara abilita l’edge e sostiene i clienti in difficoltà economica

Hitachi Vantara non ha certo bisogno di presentazioni, e solo una realtà ad alto contenuto tecnologico stia abilitando la comunicazione fra edge, cloud e core.

A tratteggiare presente e futuro prossimo della società giapponese è stato Marco Tesini, VP South Europe Hitachi Vantara.

Anche in tempi così complessi, sotto la forte pressione della pandemia da Covid-19, Hitachi si distingue per la felice unione di solidità e capacità visionarie.

Peraltro, non si arriva a oltre 100 anni di storia senza radici profonde e forza per crescere, ce in questo caso si traducono in quasi 300.000 dipendenti a livello globale, e una capacità di cash flow che ha messo al riparo dalla tempesta anche economica generata dal coronavirus.

Hitachi è attiva in tutti i vertical o quasi, e il segmento IT ne costituisce la parte più importante. Come Tesini ha rimarcato, si tratta di una conseguenza del DNA innovativo e tecnologico della società giapponese.

Le sfide globali si sommano e creano impedimenti considerevoli: epidemie, inquinamento, cybercrime sono solo alcune delle più rilevanti.

Tecnologie come IoT, intelligenza artificiale, machine learning e connettività a banda ultralarga sono fra le chiavi per risolvere questi problemi: tutte armi che fanno parte dell’arsenale innovativo di Hitachi Vantara

Per le aziende è sempre più importante riorganizzare i propri processi in chiave digitale: la trasformazione digitale non è più rinviabile.

Chi ha sposato questo concetto ne ha già tratto importanti benefici, senza dubbio acuiti dalle esigenze del new normal imposto dal Covid-19.

digital transformation

Tesini avverte tuttavia che fallire nella trasformazione è possibile e assai pericoloso.
Per evitare che questo accada, prima di tutto è fondamentale la gestione dei dati.
Rispetto anche a solo pochi anni fa, i dati sono del tutto destrutturati e diffusi in ambienti eterogenei. È tramontato il concetto di server centrale, e si afferma rapidamente l’edge computing, secondo Hitachi Vantara

La governance dei dati e dell’accesso agli stessi gioca quindi un ruolo centrale nel successo (o nel fallimento) di una trasformazione digitale. Solo il 20% del tempo, continua il manager è dedicato alla monetizzazione dei dati: il restante 80% del tempo è sprecato nella ricerca dei dati voluti, peraltro non accessibili a tutti.

A gestire e manovrare i dati, devono essere persone competenti. Lo skill shortage fa sentire, in questo caso, tutto il proprio peso negativo.
Investire in formazione e reskilling è un vero e proprio must per tutte le realtà.

La stessa Hitachi Vantara non ha mai smesso (ora men che mai) di trasformarsi digitalmente, anche attraverso partnership di alto profilo, come quelle con Cisco, AWS, Google Cloud, Oracle, Azure e Vmware e con acquisizioni mirate.

Grazie a questo approccio, la società giapponese si schiera a fianco delle aziende nel creare un percorso Edge to core to cloud. Una strategia che si persegue massimizzando le infrastrutture preesistenti: modernizzando i data center, accelerando il multi cloud, e al tempo stesso abilitando l’edge computing ed IoT, grazie anche alla intelligenza artificiale.

Questo porta al DataOps: sulla scia del DevOps, sfruttare al meglio e con semplicità ai dati può garantire un vero e proprio boost alla crescita delle organizzazioni.
La semplicità è un fattore chiave: solo garantendo un accesso qualificato ai dati anche a persone prive di particolari competenze informatiche si possono massimizzare le performance aziendali.

L’evoluzione è guidata da strategie e idee ben precise.
Innanzitutto, rafforzare la capacità di gestire dati e informazioni nei data center in modalità private cloud, e al tempo stesso sfruttare al meglio i dati nel cloud pubblico. Hitachi Vantara quindi punta ad aiutare i clienti ad approcciare il cloud pubblico in maniera strutturata.

Inoltre, la recente acquisizione di Containership abilita la gestione dei multicloud in agilità.
Le infrastrutture si stanno gradualmente spostando verso software-defined, e Hitachi si appresta ad entrare anche in questo ambito.
Un cerchio che va a chiudersi con la gestione degli Hybrid Cloud data services.

Il mercato continua a premiare le strategie proposte: il fatturato italiano è cresciuto del 17% e a livello worldwide i numeri sono ben superiori alla media del mercato: ad esempio, la componente Data Center Modernization è aumentata del 18%.

In Italia, i mercati verticali più importanti sono media e telco, industry, pubblica amministrazione, finance, ed energy e utility.
Sintetizzando, tutti quei segmenti nei quali è importante gestire i dati a 360 gradi, si tratti di edge, core o data center.

hitachi vantara everflex

Grazie al programma Everflex, i clienti di Hitachi Vantara possono sapere e programmare con precisione i costi della propria infrastruttura dati.

Una soluzione plastica e agile, anche supportata da servizi finanziari come Low start plan: solo il 10% dell’importo viene pagato nel 2020, il resto in 3 anni e senza interessi. Un chiaro esempio di come la società abbia compreso appieno le difficoltà delle aziende, pesantemente colpite dalla recessione generata da Covid-19.

È anche possibile sospendere i pagamenti per 6-12 mesi, dando ulteriore respiro alle finanza (spesso esangui) di moltissime aziende.

Infine, citiamo anche il programma di buyback: Hitachi acquista infrastrutture preesistenti, anche di competitor, preservando l’investimento del cliente ed incentivandolo a migrare a nuove soluzioni.

Una somma di agevolazioni e misure di supporto economico che provano in concreto quanto Tesini ha più volte rimarcato: il profondo senso di responsabilità di Hitachi Vantara, in quando gruppo leader a livello mondiale, verso le difficoltà oggettive di un grande numero di clienti e prospect.

Viene anche introdotta la soluzione “Hitachi at Home”. Una funzione essenziale, data la grandissima diffusione dello smart working, che permette l’accesso ai dati da qualsiasi location garantendone la totale sicurezza e sincronizzando i dati con tutti gli altri collaboratori.
Hitachi Vantara garantisce un periodo di prova di 90 giorni: forte la consapevolezza di quante organizzazioni si siano trovare, letteralmente in poche ore, a dover gestire il lavoro remoto dei propri dipendenti.

Hitachi Vantara offre fino al 31 luglio tutte le proprie knowledge base in modo totalmente gratuito, per accelerare ed abilitare la formazione e la preparazione di chiunque voglia investire su se stesso e sulle proprie risorse.

La società giapponese offre anche insight di grande qualità, finalizzate a permettere di sfruttare al meglio le risorse della azienda cliente. Consentendo quindi di investire con precisione ed efficacia le risorse disponibili.

Grazie a questo, oltre 500 clienti nel mondo sono riuscite a raggiungere i propri scopi in maniera più che soddisfacente.

Infine, il rapporto con i partner si rivela strategico  alla crescita di Hitachi Vantara, grazie alla conoscenza del territorio e dei clienti che si sommano alle tecnologie fornite. Due valori che si sommano ed abilitano a vicenda, in una relazione win-win di portata notevole.

 

hitachi vantara edge

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php