Erp, fatturati da nuove licenze in calo del 9% nel 2002

Non sono improntate all’ottimismo le più recenti valutazioni di Gartner, ma, come si suol dire, poteva andare anche peggio e questo è comunque un buon segno. Il regresso, infatti, va imputato più al cresciuto atteggiamento di prudenza delle aziende che non a problemi strutturali.

20 giugno 2003Le aziende diventano ogni giorno più conservative nei loro investimenti in information technology e applicazioni come l'Erp mostrano visibili segni di sofferenza. Secondo Gartner, il valore delle nuove licenze per soluzioni Erp su scala mondiale ha subito un decremento del 9% nel 2002, scendendo da 5,5 a 5 miliardi di dollari.

L'annata è stata negativa per tutti gli sviluppatori di software, ma gli analisti Gartner ritengono che nel settore dell'Erp le cose gli andamenti sono tutto sommato meno disastrosi di quello che avrebbero potuto essere. «I nuovi comportamenti, dovuti in parte alle cattive esperienze con soluzioni che non hanno dato i risultati sperati, spingono le aziende a una maggiore cautela e a puntare su applicazioni più leggere e meno costose, capaci di dare risposte immediate», spiega Chad Eschinger, capo analista della divisione software applicativo di Gartner. Sap allunga il passo sugli inseguitori al primo posto della classifica dei fatturati da nuove licenze, con il 25,1 percento del mercato. Oracle e PeopleSoft registrano una contrazione, mentre Sage e Microsoft un leggero aumento di quota mercato.
Tutti i segmenti verticali dell'Erp hanno subito un calo di fatturato nel 2002. Quello finanziario è il sottosegmento più ricco, pur avendo registrato una contrazione dell'8%. Manifatturiero e gestione del capitale umano perdono più di tutti, con il 12 e il 10% rispettivamente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome