Oracle misura l’efficacia di Snapchat nel digital advertising

100 milioni di utenti, 8 miliardi di filmati visualizzati nel solo mese di gennaio 2016, in crescita del 350 per cento rispetto al mese di maggio del 2015. Foto, video, per una durata massima di 10 secondi, visibili solo per 24 ore. E una audience identificata nel segmento 15-34 anni. Questa è, in sintesi estrema, Snapchat. A metà tra messaggistica e social network, Snapchat vanta una reach sul 41 per cento dei millennials (o poco più) americani. Non utilizza il meccanismo dei Like, ma proprio per questo motivo spinge l'utente a una attenzione maggiore, rispetto all'automatica apposizione di un pollice alzato o di un cuore. Per questo viene guardato con molta attenzione dagli inserzionisti pubblicitari.
snapchat

Proprio in considerazione di quanto sopra esposto, ecco che la misurazione di quanto accade su Snapchat assume una crescente rilevanza.

È una partnership per misurare l’impatto del digital advertising degli inserzionisti che scelgono Snapchat quella annunciata tra Oracle e il servizio di messaggistica istantanea per smartphone e tablet che, grazie a Oracle Data Cloud, può ora contare su uno strumento di misurazione in grado di combinare i dati di vendita off-line con analisi innovative.

Punto di partenza dell’intesa: i risultati ottenuti da una ricerca messa a punto analizzando l’aumento delle vendite in negozio a seguito di dodici campagne lanciate su Snapchat per marchi leader nel settore cosmetico, della cura della persona, della pulizia, degli alimenti confezionati, e delle bevande.
Stando ai risultati resi noti, superando i parametri di Oracle Data Cloud in tutte le metriche fondamentali, il 92% delle campagne pubblicitarie su Snapchat ha portato a un incremento positivo delle vendite in-store.

Da qui la scelta di mettere a frutto la soluzione data-as-a-service di Oracle che, da sola, assicura l’accesso a oltre tre trilioni di dollari in dati sulle transazioni dei consumatori, per supportare gli inserzionisti di Snapchat a conoscere e migliorare l’efficacia delle loro campagne, ma anche per ottimizzare il ritorno sugli investimenti e ottenere profitti più elevati.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome