Home Digitale Cisco abilita l’Industrial IoT con una nuova architettura

Cisco abilita l’Industrial IoT con una nuova architettura

Cisco è pioniera in tutti gli ambiti della trasformazione digitale, e in questa ottica l’Industrial IoT è senza dubbio un tema centrale per le organizzazioni.

Infatti, le reti sono “la spina dorsale” delle tecnologie Operational Technology alla base delle infrastrutture critiche.
Fra queste, quelle del settore energetico, dei trasporti e della produzione. Sempre più spesso le organizzazioni hanno l’esigenza di accedere in tempo reale ai dati immagazzinati in questi dispositivi al fine di aumentare la produzione, gestire i costi e migliorare le misure di sicurezza. In quest’ottica, Cisco ha lanciato un’architettura per la sicurezza IoT che fornisce piena visibilità tra gli ambienti IoT e OT e protegge i processi industriali. Le nuove soluzioni permettono di raccogliere ed estrarre i dati dall’edge IoT affinché le aziende possano essere più efficienti e prendere decisioni di business consapevoli, nonché accelerare i propri progetti di digitalizzazione.

Il crescente volume di minacce alla sicurezza informatica delle infrastrutture critiche continua a rappresentare un rischio finanziario e per la sicurezza delle persone. Come ha sottolineato Liz Centoni, Senior Vice President and General Manager, Cloud, Compute and IoT di Cisco, le aziende devono avere piena visibilità nei più disparati ambienti di rete in modo da proteggere il proprio perimetro industriale, ridurre il rischio di minacce informatiche e ottimizzare il processo produttivo

Cisco Iot

Le innovazioni dell’architettura Cisco per la sicurezza IoT sono numerose.

Prima di tutto, protezione dell’ambiente di rete industriale: Cisco Cyber Vision è una soluzione software per la sicurezza che effettua automaticamente il discovery degli asset industriali tramite la propria gamma di soluzioni Cisco Industrial IoT (IIoT). Cisco Cyber Vision analizza il traffico proveniente dai dispositivi connessi, crea policy di segmentazione in Cisco Ise e in Dna Center al fine di prevenire movimenti laterali delle minacce negli ambienti operativi, ed è potenziato dalle attività di Threat Intelligence di Cisco Talos, fornendo così un’analisi in tempo reale delle minacce alla sicurezza informatica delle risorse e dei processi industriali che potrebbero impattare sui tempi di attività, la produttività e la sicurezza.
Inoltre, governance dei dati dall’Edge fino al Multi-Cloud: pienamente integrata con le proprie soluzioni di networking, Cisco Edge Intelligence semplifica l’estrazione dei dati all’edge della rete e ottimizza la trasmissione dei dati verso destinazioni multi-cloud e on-prem per aiutare le aziende ad essere più competitive e a gestire al meglio i dati in tutti gli aspetti critici del loro ciclo di vita.

Cisco si propone di eliminare la complessità tipica delle infrastrutture multi-vendor, multi-data e multi-asset offrendo una soluzione per la cybersecurity in ambito IoT che può essere gestita su qualsiasi gateway, switch o router Cisco, e che riunisce sicurezza end-to-end e gestione semplificata dei dati in un’unica soluzione.

Si tratta di un ulteriore conferma del costante impegno di Cisco nell’ambito della sicurezza informatica, avvalorato dalla recente apertura a Milano, presso il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci del Cybersecurity Co-Innovation Center, Il primo centro europeo di co-innovazione Cisco dedicato alla sicurezza informatica.

Il centro dialogherà attivamente con tutte le realtà che fanno già parte di “Innovation Exchange”, una rete di luoghi dedicati all’innovazione diffusa sul territorio nazionale. La struttura ospita spazi dedicati agli sviluppatori e ricercatori, laboratori per lo sviluppo e verifica di soluzioni innovative, aree che saranno dedicate a incontri tematici.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php