Home Apple Apple M1 Ultra, il più potente processore per il Mac

Apple M1 Ultra, il più potente processore per il Mac

Ciò che più ha colpito del nuovo Mac Studio presentato da Apple, è senz’altro la performance che può raggiungere, soprattutto se messa in relazione al form factor compatto, grazie al potente chip M1 Ultra.

Il modello top di Mac Studio è infatti equipaggiato con il nuovo processore M1 Ultra, presentato anch’esso nel corso dell’ultimo evento, che rappresenta un importante passo avanti per la lineup dei chip Apple dedicati ai computer.

M1 Ultra è il più potente processore per il Mac, e Apple arriva a definirlo il più potente al mondo in generale per un personal computer.

Apple ha ottenuto questo balzo nelle prestazioni tramite la sua architettura di packaging proprietaria, denominata UltraFusion, utilizzata per interconnettere il die di due chip M1 Max.

Apple M1 Ultra

In pratica, M1 Ultra combina due chip M1 Max.

Non c’è nulla di nuovo in questa pratica nell’ambito del computing. Infatti, è il modo più comune di scalare le prestazioni, quello di connettere due chip tramite una scheda madre.

Tuttavia, questa soluzione comporta di solito compromessi significativi; per esempio: una maggiore latenza, una larghezza di banda ridotta e maggiori consumi.

Invece, l’innovativa architettura UltraFusion di Apple utilizza un interposer di silicio che connette i chip su oltre 10.000 segnali.

Apple M1 Ultra

Questo offre un’ampia larghezza di banda inter-processore da 2,5TB/s a bassa latenza, che Apple afferma essere oltre quattro volte superiore rispetto a quella della principale tecnologia di interconnessione multi-chip.

Inoltre, ciò consente a M1 Ultra di comportarsi e di essere identificato dal software come un unico chip. Gli sviluppatori di software non dovranno pertanto riscrivere il proprio codice per sfruttare appieno le maggiori prestazioni.

L’architettura di packaging UltraFusion di Apple ha dunque consentito di interconnette il die di due chip M1 Max per creare un SoC (system on a chip) che aumenta drasticamente prestazioni e capacità.

Prestazioni e capacità che sono, in effetti, impressionanti, ancor più se messe in rapporto all’efficienza energetica e al fatto che il chip possa essere implementato in un form factor desktop abbastanza compatto.

Apple M1 Ultra

La nuova architettura SoC racchiude 114 miliardi di transistor, che Apple sottolinea essere il numero più alto di sempre in un chip per personal computer.

M1 Ultra ha una CPU 20-core con 16 high-performance core e quattro high-efficiency core.

Riguardo all’efficienza, secondo Apple M1 Ultra è in grado di raggiungere le prestazioni del chip 16-core per pc desktop più veloce disponibile, a parità di consumo energetico. E raggiunge le prestazioni massime del chip per pc utilizzando 100 watt in meno.

Oltre al minore consumo di energia, tale efficienza si traduce anche in ventole più silenziose, anche durante flussi di lavoro impegnativi.

Apple M1 Ultra

Per la grafica, M1 Ultra ha una GPU incorporata: ci sono due versioni del SoC, una con GPU da 48 core e l’altra da ben 64 core, per i task più impegnativi. E, anche in questo caso, Apple ha mirato anche all’efficienza energetica, oltre che alla performance.

Apple ha ampliato anche l’architettura di memoria unificata con il chip M1 Ultra.

La larghezza di banda della memoria è stata aumentata a 800GB/s e M1 Ultra può essere configurato con 128 GB di memoria unificata.

Il Neural Engine 32-core del chip M1 Ultra esegue fino a 22.000 miliardi di operazioni al secondo, per gestire anche le attività di machine learning più impegnative.

Inoltre, con il doppio delle capacità del motore multimediale rispetto al chip M1 Max, M1 Ultra offre velocità molto elevate nella codifica e decodifica di video ProRes.

Apple M1 Ultra

Apple dichiara che il nuovo Mac Studio con M1 Ultra può riprodurre fino a 18 stream di video ProRes 422 8K.

M1 Ultra include inoltre tecnologie Apple esclusive, come un motore del display che permette di collegare molteplici monitor esterni e controller Thunderbolt 4 integrati.

È integrata anche una sicurezza all’avanguardia, tra cui il più recente Secure Enclave di Apple, avvio protetto con verifica hardware e tecnologie anti-exploit in fase di esecuzione.

Infine, uno dei punti di forza sin dall’inizio del Mac, è la perfetta integrazione tra hardware e software che è da sempre al centro dell’esperienza dell’ecosistema Apple.

Apple M1 Ultra

macOS Monterey è stato progettato per i chip Apple e sfrutta l’enorme incremento di CPU, GPU e larghezza di banda di M1 Ultra.

Tecnologie di sviluppo come Metal permettono alle app di trarre il massimo vantaggio dal nuovo chip, e le ottimizzazioni in Core ML sfruttano la potenza del nuovo Neural Engine 32-core per eseguire i modelli di machine learning in modo ancora più veloce.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php