Gestione risorse umane più intelligente nel 2019

Dopo un anno di serrato confronto quotidiano con i responsabili delle risorse umane aziendali lo specialista di corporate wellness Gympass ha individuato le quattro tendenze da tenere in considerazione nel 2019 in fatto di gestione delle risorse umane.

Il 2019 sarà l’anno in cui i tanti progetti di intelligenza artificiale verranno messi in pratica. Le applicazioni previste e auspicate per l’intelligenza artificiale sono molteplici, come la riduzione dei tempi di selezione dei candidati e l’individuazione in tempo reale di dipendenti con un basso livello di engagement e, quindi, a rischio. Per Gympass l’intelligenza artificiale può aiutare la diversità e l’inclusione. Anche se i team di lavoro dovrebbero sempre stare attenti a questi aspetti così importanti, l’intelligenza artificiale potrebbe essere di supporto nell’individuare temi e strumenti di integrazione. La tecnologia sta cambiando il ruolo della gestione delle risorse umane, ma l’avere a disposizione nuovi strumenti per la guida strategica delle aziende, richiede ancora di più la guida di persone competenti e preparate.

Gympass è una piattaforma che raccoglie di soluzioni per incentivare l’attività fisica tra i dipendenti, fornendo l’accesso al più grande network di strutture sportive al mondo. Ha oltre 800 attività disponibili in Europa, Stati Uniti e America Latina. Fondata nel 2012, ha sede principale a New York. In Italia, il network è composto da più di 2000 strutture sportive in oltre 700 città.

Il tema del corporate wellness sarà al centro della gestione HR del 2019 e i programmi che puntano l’attenzione sul benessere fisico e mentale dei dipendenti saranno sempre più centrali per le aziende. Per Gympass ormai provato che i questi programmi migliorano le performance dei dipendenti e sono utili per fidelizzare i lavoratori. Intervenire sul benessere aziendale non deve essere solo una dichiarazione d’intenti, ma deve seguire anche una trasformazione dei valori aziendali in comportamenti e azioni che devono poter incidere e misurare il livello di engagement delle persone. I nuovi benefit aziendali dovranno essere sempre più strumenti utili a migliorare il loro stato di salute e a ridurre lo stress a cui sono soggetti quotidianamente.

Tema caldo già da un paio di anni, l’employer branding dovrà essere portato avanti dalle aziende con maggiore impegno e svariate iniziative. Azioni di marketing mirate ad aumentare l’appeal dell’impresa come luogo di lavoro, che influenzano in positivo l’opinione di candidati e clienti verso la compagnia, sono fondamentali per attrarre i talenti migliori. Un’azienda che riesce ad instaurare un rapporto di comunicazione costante e coinvolgente con i propri dipendenti, farà di questi i suoi brand ambassador.

Ultimo ma non ultimo, anche i professionisti della gestione delle risorse umane sono coinvolti in prima persone nella trasformazione digitale. Le direzioni HR delle aziende sono sempre più consapevoli di giocare un ruolo fondamentale nella digital transformation: lo sviluppo di cultura e competenze digitali continuano a restare una delle principali sfide del 2019. La digitalizzazione non solo favorisce la nascita di nuovi modelli organizzativi, ma abilita processi di rottura delle gerarchie interne all’azienda, imponendo trasformazioni profonde e totali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome