VoiceXml 2.0 in dirittura di arrivo

Ultime battute prima della formalizzazione del nuovo standard, che rientra nel framework Speech Interface del W3C

Il consorzio W3C (World Wide Web
Consortium)
ha reso noto di aver pubblicato le ultime proposte di
standard per la realizzazione di applicazioni che supportano la comunicazione
vocale su Web.
Nello specifico, VoiceXml 2.0 è entrata
nella fase di “proposed reccomendation”. Ciò significa che lo standard è ora
soggetto alla revisione finale, prima di diventare raccomandazione definitiva,
ovvero equiparata a uno standard. VoiceXml 2.0 consente agli sviluppatori di
applicazioni Web di creare contenuti audio con funzionalità di sintesi vocale,
audio digitale, riconoscimento vocale, registrazione di comandi vocali e
telefonia.
Lo standard dovrebbe migliorare nel complesso l'interazione tra
servizi telefonici e Web, oltre che consentire lo sviluppo di nuove applicazioni
indirizzate sia al mondo della disabilità, sia, ad esempio, all'area della guida
vocale.
Voice Xml è uno dei componenti del framework Speech
Interface
, al quale il W3C sta lavorando sin dal 1999. Attive sullo
sviluppo di questo standard sono aziende come Canon, France Telecom, Hp,
Hitachi, Ibm, Intel, Microsoft, Motorola e Nokia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here