Un’annata transitoria con segni di ripresa per il mercato pc

I dati di consuntivo di Gartner e Idc evidenziano i soliti bisticci di numeri, con valutazioni di crescita che variano dall’1,5 al 2,7%. Entrambi gli analisti sono, però, concordi nel ritenere che la battaglia ora si gioca tra Hp e Dell. Un po’ meglio sono andate le cose nell’area Emea.

 


Mentre tutti i big player sono impegnati a rilasciare le trimestrali di fine anno, le società di analisi e ricerca hanno iniziato a tirare le somme sulle vendite di personal computer negli ultimi tre mesi del 2002. Il primo dato sottolineato da tutti è che promozioni e tagli dei prezzi hanno dato al comparto una spinta inaspettata, che ha consentito di registrare un tasso di crescita perlomeno soddisfacente.


Idc parla di un incremento, a livello mondiale, del 4,9% con una vendita di 38,8 milioni di unità, mentre Gartner Dataquest parla di un +5% pieno. A questa crescita avrebbero in gran parte contribuito gli Stati Uniti, con il loro incremento del 6%, ben al di sopra delle previsioni, che non andavano oltre un 3,5%.


Ma se su queste cifre c'è una certa concordanza tra i due big delle analisi, le prime discrepanze si fanno vedere quando si allarga un po' lo spettro. Per quanto riguarda le unità vendute sull'intero anno, infatti, Idc parla di un incremento dell'1,5%, che fa da contraltare al calo del 4,2% registrato nel 2001, mentre Gartner è più positiva e parla di una crescita del 2,7% a fronte di un calo del 4% nel 2001.


Ancor meno chiarezza si ha sul nome del vincitore del palmares per l'intero anno. Se sull'ultimo trimestre entrambe le società concordano nel dire che le politiche dei prezzi hanno consentito a Hp di riguadagnare il terreno perduto su Dell e di riconquistare la vetta della classifica, su tutto il 2002 Gartner assegna il primo posto ad Hp, con uno share del 16,2%, mentre secondo Idc il podio tocca proprio a Dell.


Entrambe le società, tuttavia, sono concordi nel sottolineare che rispetto all'andamento di Hp e Compaq come società autonome, la nuova Hp ha perso terreno, laddove Dell è riuscita a mettere a segno un bel +20%. La classifica prosegue con Ibm, con un 5,9%, Fujitsu Siemens (4,3%) e Nec, secondo Idc. Gartner, invece, misura Fujitsu e Siemens separatamente, per cui, dopo Big Blue, inserisce in classifica Nec e Toshiba. Le due società di ricerca sottolineano che stiamo parlando sempre di unità vendute e che le promozioni che hanno fatto da driver, possono aver penalizzato il valore delle vendite stesse.


Dataquest ha, poi, rilasciato anche i dati sulle vendite di pc per il mercato Emea, che, nell'ultimo trimestre dello scorso anno, hanno registrato una crescita del 6% rispetto al pari periodo del 2001, spinte in particolar modo dalla domanda di prodotti mobile proveniente dall'utenza consumer. Decisamente più modesta è stata, invece, la crescita sull'intero anno, che si ferma a un +3%. Complessivamente, secondo Dataquest, il 2002 ha rappresentato un anno di recupero, con un ritorno alle cifre, alle medie e ai livelli del 2000. Nondimeno la società non azzarda alcuna rosea previsione per il 2003, limitandosi a confermare quanto in precedenza annunciato, vale a dire un incremento dell'ordine del 6-7%.


In realtà, un'analisi complessiva dell'anno porta alla luce una serie di difficoltà, per le quali non si vedono soluzioni immediate. Soprattutto, Dataquest sottolinea come gli investimenti da parte delle corporation siano rimasti stagnanti per tutto l'anno, incluso il quarto trimestre, lasciando così alle piccole e medie imprese il ruolo di target nel centro del mirino di quasi tutti i vendor. Quanto ai player, il palmares della crescita spetta ad Acer, che con un +28,9% nel quarto trimestre è riuscita a sorpassare Ibm, posizionandosi al quarto posto. Rallenta la nuova Hp, a detta di Gartner, a causa sia della transi-zione in atto nella roadmap, sia della razionalizzazione della rete distributiva. Bene invece Dell, che però fatica a conquistare il mercato consumer al di fuori del Regno Unito.


Per l'intero 2002, nell'area Emea, sono stati consegnati 41.139.000 personal computer, in crescita del 3,2% rispetto al 2001. Di questi, quasi 8 milioni (vale a dire il 19%) erano targati Hp, che mantiene il primato, ma perde il 7,5% rispetto alla fine del 2001, quando con quasi 8 milioni e mezzo di pc deteneva il 21,2% del mercato.


Dell si posiziona al secondo posto, con quasi 4 milioni di pc, una quota del 9,4% e un incremento sequenziale dell'8,7%. Leggera scivolata per Fujitsu-Siemens, che consegna 2.935.000 unità, il 2,4% in meno rispetto al 2001, mantenendo uno share poco superiore al 7%. Scivolone più deciso, invece, per Ibm, che sull'intero anno perde l'11,1% (grazie anche a un quarto trimestre di compensazione con un +4,2%) e consegna poco più di 2 milioni di macchine. Il suo quarto posto è minacciato da Acer, che, non contenta del sorpasso nel quarto trimestre, per l'intero esercizio mette a segno una crescita del 20%, un consegnato di 1.824.000 macchine e una quota del 4,4%.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here