Un gruppo per definire le linea guida dei servizi Web

Il World Wide Web Consortium (W3c) è al lavoro per lo sviluppo di un nuovo framework completo per i Web service.

Nel corso del suo primo incontro ufficiale, la scorsa settimana, del neonato W3c (World Wide Web Consortium), è stata prodotta la bozza di un documento ufficiale che descrive la natura dei servizi Web, le tecnologie alla base e i principi di interazione che li governano, oltre ai principi che dovrebbero governare le materie relative a sicurezza e privacy. Il documento dovrebbe essere reso pubblico entro la fine dell'anno e diventare la prima vera linea guida per i servizi Web. Una volta giunte all'approvazione definitiva, le specifiche architetturali definite in questo white paper potrebbero essere adottate su ampia scala dai vendor di tool di sviluppo, application server, database e applicazioni pacchettizzate e tradotte in servizi Web di facile interpretazione. La scorsa settimana, 60 rappresentanti di oltre 40 vendor si sono incontrati per garantire al gruppo di lavoro un punto di discussione di partenza. Tra i partecipanti, Bea Systems, Compaq, Ibm, Intel, Microsoft, Sap e Sun Microsystems. Inizialmente, il gruppo era giunto alla conclusione di considerare un servizio Web qualsiasi applicazione definita da un Url e che utilizza oggetti Xml, in grado di interagire direttamente con altre applicazioni simili. Ora, invece, diversi gruppi di lavoro interni al W3c stanno lavorando sulle diverse probabili specifiche, come Xml (eXtensible markup language), Wsdl (Web service definition language), Soap (Simple object access protocol), che dovrebbero garantire l'ossatura dei tali applicazioni scambiabili online. Una prima bozza dell'architettura alla base dei servizi Web, creata dal lavoro congiunto dei vari gruppi interni al W3c, è attesa per l'inizio del prossimo anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here