Torna l’utile per Cdc

Completato il ritorno all’hi tech la società offre risultati eccellenti nel primo trimestre. Grazie anche all’aumento dei margini e alla riduzione dei costi

Dalle parti di Cdc torna il sorriso. Completato il processo di rifocalizzazione sul core business il Gruppo nel primo trimestre è tornato a generare utili “raggiungendo risultati economici superiori agli obiettivi del budget ed alle attese del mercato, nonostante lo sfavorevole andamento di mercato”.
I ricavi consolidati di gruppo sono pari a 141,11 milioni di euro, contro 143,41 milioni dello scorso esercizio che includevano 6,21 milioni di euro di ricavi generati dalle controllate Policom ed G.E. Futura cedute a fine 2001. “A parità di perimetro di consolidamento – recita un comunicato della società - i ricavi consolidati presentano una crescita del 2,9%, passando da 137,19 a 141,11 milioni di euro”. L’Ebitda consolidato è positivo per 5,74 milioni di euro, contro una perdita di 0,57 milioni di euro del primo trimestre 2001, raggiungendo un livello pari al 4,07% dei ricavi di vendita. Dopo ammortamenti ed accantonamenti, pari a circa 2 milioni di euro, il risultato operativo (Ebit) è positivo per 3,73 milioni di euro (2,63% dei ricavi di vendita). Nel complesso il Gruppo archivia il primo trimestre 2002 con un utile consolidato ante imposte positivo per 2,56 milioni di euro.
Migliora anche la posizione finanziaria netta verso terzi che passa da 36,1 a 35,0 milioni di euro.
L’It nel primo trimestre ha generato circa il 98,5% dei ricavi consolidati (mentre la rimanente quota dell’1,5% è relativa all’attività della business unit Internet) e ha prodotto ricavi per 139,85 milioni di euro, contro 137,14 milioni di euro dello stesso periodo dell’esercizio precedente, con una crescita del 2%.
L’Ebitda è cresciuto di oltre l’80% arrivando 5,29 milioni di euro (3,79% dei ricavi di vendita).
La positiva performance, spiega la società è stata raggiunta attraverso incremento del margine commerciale dal 9,61% al 10,85% dei ricavi grazie alla maggiore efficienza delle politiche di acquisto e alla maggiore focalizzazione su prodotti a più alta marginalità e al contenimento dei costi diretti e di struttura.
In Borsa Cdc vale 9,5 euro con una crescita del 3,7%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome