Home Digitale Tesla da oggi accetta pagamenti in Bitcoin

Tesla da oggi accetta pagamenti in Bitcoin

La notizia del supporto di Tesla e del suo Ceo Elon Musk a Bitcoin è cosa nota: a febbraio la società ha investito 1,5 miliardi di dollari nella criptovaluta.

In contemporanea con il massiccio investimento, Testa ipotizzava di iniziare in un prossimo futuro ad accettare Bitcoin come forma di pagamento.

Come spesso accaduto nella sua storia imprenditoriale, Musk non ha perso tempo. Il Ceo di Tesla ha dati il via tramite Twitter agli acquisti tramite Bitcoin

tesla

 

Elon Musk è sempre stato un imprenditore molto vulcanico, per usare un eufemismo. Tuttavia non possiamo certo  che abbia mietuto numerosi successi. Le sue prese di posizione, spesso molto nette, hanno un peso specifico notevole.

Per questo l’endorsement ufficiale riservato a Bitcoin assume particolare importanza.
Immaginare un fenomeno emulativo da parte di altre società non risulta affatto difficile. 

In un ulteriore Tweet, Elon Musk ha precisato che Tesla utilizza solo software interno e open source e gestisce direttamente i nodi Bitcoin.
Ad ulteriore conferma dell’importanza della criptovalute, gli incassi in Bitcoin non verranno convertiti in valute correnti. Al momento in cui scriviamo, l’opzione è riservata ai clienti americani. Non sono stati forniti dettagli per gli altri mercati.

Questo apre le porte a molti scenari, anche in capo alla supply chain. Un’ipotesi potrebbe essere quella di adottare i Bitcoin come valuta preferenziale per i fornitori di Tesla.

tesla bitcoin

 

Suona ancor più assordante il silenzio delle istituzioni globali. Non vale in questo caso la scusante della pandemia, dato che l’attenzione sulle criptovalute è altissima da numerosi anni. Al di fuori di una serie di dichiarazioni estemporanee di alcuni leader politici, non esiste alcuna strategia globale. Appare davvero incredibile che un settore in grado di spostare miliardi di euro nell’arco di millisecondi sia di fatto lasciato a se stesso.

Pur comprendendo le evidenti difficoltà legislative ad inquadrare un fenomeno nuovo e che sfugge a classificazioni tradizionali, il vuoto normativo lascia sgomenti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php