Telco provider ed e-retailer: l’anticrisi di Sitecom

In procinto di rilasciare anche sul nostro mercato la nuova offerta dotata di una sicurezza cloud finora appannaggio delle grandi aziende, la filiale italiana del vendor olandese guarda con crescente interesse anche a nuovi canali di vendita.

Pronta a rilasciare anche sul mercato di casa nostra i modem router dotati dell'innovativo servizio Cloud Security lanciato ad aprile 2011 (a partire dai prodotti di fascia medio-alta X4, X5e X6 e ora estesi anche all'offerta di router entry level X1 e X2), Sitecom Italia innova e attende pazientemente «che il mercato, in generale, esca dalla crisi in atto».

Intanto, con una share prossima al 28% registrata in ambito Consumer electronic store nel segmento router wireless N, i dati contenuti nel Report Gfk Retail and Technology Italia, relativo a dicembre 2011, incoronano l'offerta del fornitore olandese nel mercato dell'home networking come la più venduta nel Bel Paese e in crescita esponenziale rispetto alla quota di mercato del 22% riportata nel medesimo periodo dell'esercizio precedente.

Ma tant'è.
Il business tracciato da Paolo Ciavardini (nella foto), in qualità di country manager di Sitecom Italia, parla sempre più la lingua della Grande distribuzione alla quale, il team italiano del vendor (passato negli ultimi dodici mesi da 5 a 7 persone, di cui due area manager e 5 account manager), dedica sempre più giornate di formazione all'interno di realtà come MediaMarket, Saturn, Unieuro, Expert, Trony, Eldo, Auchan, Panorama, Iper, Finiper, Coop «e, dopo i risultati positivi del test condotto alla fine dello scorso anno, anche in Bennet».

Il tutto per un fatturato che, nel 2011, si è confermato sulla soglia di quei 15 milioni di euro riportati nel 2010, in gran parte ascrivibili proprio alla Gd.

Dal canto suo, pur performando positivamente con realtà distributive del calibro di Datamatic, il canale dei rivenditori Ict non ha, però, riportato i risultati sperati da Ciavardini.

A dirlo è anche la mancata realizzazione del programma di canale che, nel 2011, avrebbe dovuto interessare i rivenditori Sitecom in Italia ma che il management nostrano ha preferito rimandare “a tempi migliori”.

«In compenso - afferma il manager - abbiamo stretto nuove alleanze con telco provider del calibro di Fastweb dal quale, a fine anno, abbiamo ottenuto la certificazione dei nostri modem router, mentre il dialogo con Telecom Italia è iniziato di recente».

Ma non solo.
Perché per nulla intimorita dalle difficoltà espresse dal canale, lo sguardo del vendor si sta posando con interesse anche su e-commerce provider del calibro di Gruppo TeraShop, con cui proprio Datamatic ha da tempo instaurato una partnership per far diventare gli affiliati Wellcome e Vobis dei veri e propri punti di raccolta sul territorio.

«Focalizzati nel rendere la pratica del digitale il più semplice possibile, affinché chiunque possa far propria la tecnologia - conclude Ciavardini -, abbiamo lavorato per offrire in ambito networking, su router e modem router, una sicurezza cloud finora prerogativa delle grandi aziende. E lo abbiamo fatto introducendo nell'offerta che sarà a scaffale tra meno di un mese Cd autoinstallanti per supportare al meglio gli utenti che scelgono i prodotti Sitecom».
La crisi si affronta anche così.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here