Home Apps Stocard si evolve e supporta clienti e retailer

Stocard si evolve e supporta clienti e retailer

Stocard è arrivata nel mercato italiano nel 2013 con la missione di “liberare” il portafoglio dei consumatori digitalizzandolo. Come ha ricordato Valeria Santoro, Country Manager della società, in meno di 10 anni la diffusione dell’applicazione tra i cittadini italiani è stata esponenziale: nel 2021 abbiamo superato la soglia di 10 milioni di utilizzatori, rendendo l’Italia il mercato principale per Stocard.  Questo traguardo fornisce due importanti evidenze: la prima è che, a differenza di quanto si possa pensare negli altri Paesi europei, gli italiani sono un popolo avvezzo alla tecnologia, o non si spiegherebbe questa grande propensione dei consumatori ad utilizzare l’app Stocard; la seconda è la presa di coscienza dei retailer dell’utilità di avviare programmi di fidelizzazione con i propri clienti per incrementare le vendite.

Si pensi che oggi un consumatore italiano ha in media 17 carte fedeltà nel proprio portafoglio. In alcuni settori, come il Pharma, si è registrato negli ultimi 4 anni un incremento di carte fedeltà del +96%. Una crescita avvenuta anche in altri mercati, tra cui il Pet, il Food (+43%) e il Brico (+41%), mentre la Gdo è cresciuta negli ultimi 4 anni del +12%, ma in quest’ultimo caso si tratta di un comparto più saturo. I supermercati sono stati infatti primi in Italia a lanciare le carte fedeltà ed è fisiologico che il margine di crescita sia minore. In Stocard la Gdo rappresenta il 34% del mercato, seguita dal fashion con il 24%.

Valeria Santoro
Valeria Santoro, Country Manager di Stocard

Questo incremento è dovuto principalmente al fatto che i consumatori si stanno abituando a utilizzare sempre di più le tecnologie digitali per fare i loro acquisti e questo potrebbe portare grandi cambiamenti all’intero scenario delle vendite al dettaglio.

L’utilizzo di carte fedeltà non porta vantaggi solo ai consumatori, ma anche ai retailer, e non solo perché in questo modo fidelizzano i clienti, ma anche perché, con il loro consenso, accumulano informazioni preziose sulle abitudini di acquisto: cosa comprano di più, con quale frequenza, in quali giorni preferiscono fare shopping. Questo apre a un cambio di paradigma: in ottica futura, infatti, se un retailer sa già quali prodotti venderà di più e quali di meno, potrà riorganizzare l’intera catena ordinando solo quello che prevede di vendere in base ai dati raccolti in precedenza, riducendo le spese ma anche gli sprechi.

Ricordiamo inoltre che Stocard non permette solo di memorizzare sul proprio cellulare le carte fedeltà. Nel novembre 2020 l’azienda ha lanciato la soluzione Stocard Pay, che consente agli utenti di registrare i propri metodi di pagamento direttamente sull’app con cui procedere ad acquisti e pagamenti semplici, veloci e sicuri. Infine, nei primi mesi del 2021 Stocard ha lanciato una soluzione per offrire a tutti gli utenti di Stocard Pay una protezione gratuita sui propri acquisti. Tutti i prodotti acquistati con la carta virtuale Stocard, sia online che nei negozi fisici, sono assicurati per 45 giorni dalla data di acquisto e per un importo fino a 250 euro. L’assicurazione di Stocard copre i prodotti da danni, lesioni e furti.

stocard

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php