St Microelectronics in India: e tre

Continua la delocalizzazione progettuale e produttiva di St Microelectronics, che apre il terzo insediamento indiano.

20 febbraio 2004

St Microelectronics ha ufficialmente aperto il proprio terzo centro di design e sviluppo di prodotti in India, dando un chiaro segnale di una tendenza ormai irrevocabile alla delocalizzazione in aree a minor costo del lavoro qualificato.


Il nuovo centro è un'estensione di quello già insediato a Noida, presso Nuova Delhi.


Ospiterà circa 550 ingegneri del software, dediti allo sviluppo di codice da inserire nei dispositivi prodotti da St.


Il centro di Bangalore, poi, probabilmente aumenterà la propria attività con l'assunzione di 100 ingegneri.


E non basta: la società ginevrina pare abbia già acquistato 25 acri di terreno, sempre nelle vicinanze della capitale indiana, per futuri ampliamenti.


La presenza di St nella penisola, peraltro, ha già buone radici: la società è stata forse fra le prime a credere nell'efficacia-efficienza del knowledge indiano, inaugurando le attività nel 1992 con la sussidiaria St India, una realtà che, negli anni, ha prodotto più di 100 brevetti, 40 dei quali, però, solo lo scorso anno.


Fra le maggiori attività di sviluppo di St Microelectronics inIndia ci sono le applicazioni per i set-top-box, il wireless, il multimedia, l'imaging e l'industria automobilistica, oltre alla tecnologia per processori a 90 nanometri.


E a Catania si stanno facendo ancora delle illusioni...

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here