Home Prodotti Hardware Le stampanti e il new normal: lo smart working visto da Ricoh

Le stampanti e il new normal: lo smart working visto da Ricoh

Sono molte le cose cambiate a causa della emergenza sanitaria, e la grande diffusione dello smart working è una delle più rilevanti per il mondo del lavoro.
Quale ruolo giocheranno le stampanti e multifunzione nella nuova normalità, lasciata in eredità dalla emergenza sanitaria?

La nostra riflessione parte dalla presa di coscienza che si debba evitare di buttare via quanto fatto di buono dall’industria e dalla pratica implementativa per la razionalizzazione, l’automazione, la semplificazione e la gestione della stampa in azienda.

Con questo bene in mente abbiamo pensato che dopo tre mesi di smart working obbligato va ottimizzato il patrimonio di conoscenze, tenendo presente che il new normal sarà fatto di accesso contingentati agli uffici, coesistenza di lavoro in presenza e in remoto.

Le questioni aperte, allora, riguardano quale sarà il ruolo dei servizi di stampa, delle app, delle soluzioni di implementazione nel nuovo scenario, e anche quali gli sviluppi tecnologici che ci possiamo attendere. Lo abbiamo chiesto ai protagonisti del mondo del printing.

A rispondere alla nostra riflessione è stato Roberto De Felice, Direttore Vendite di Ricoh Italia.

Secondo il manager italiano, in questi ultimi anni la trasformazione digitale ha cambiato il modo di stampare e di gestire i documenti per rispondere a nuovi trend quali mobility, sicurezza, smart working e cloud.

Questa tendenza ha subìto una ulteriore accelerazione con l’emergenza sanitaria. Sono nate nuove esigenze e nuovi scenari che puntano ad una sempre maggiore integrazione e connessione dei processi siano essi gestiti da remoto oppure all’interno dell’azienda, dato che con la fase 2 vi è un ritorno negli uffici, almeno parziale.

Roberto De Felice, Direttore Vendite di Ricoh Italia
Roberto De Felice, Direttore Vendite di Ricoh Italia

Come ha ricordato De Felice, anche il printing, e più in generale la gestione delle informazioni e dei documenti, deve andare in questa direzione agevolando la coesistenza tra lavoro in azienda e remote working.

I multifunzione intelligenti di Ricoh sono dotati di un pannello che può essere personalizzato con numerose app che semplificano la gestione dei processi e delle informazioni, ovunque ci si trovi.

De Felice ha sottolineato come  – ad esempio – Direttamente dal pannello, è ad esempio sia possibile archiviare i documenti in cloud direttamente dal pannello. Questo mediante servizi di terze parti come Google Drive e Office 365, ed è possibile accedere agli stessi documenti anche quando non si è fisicamente presenti in azienda.
Il manager ricorda come l’offerta di Ricoh renda possibile lavorare e automatizzare processi e workflow anche da remoto, in tutta sicurezza e con grande flessibilità.

Nello scenario che si sta delineando i confini tra spazi fisici e virtuali sono dunque sempre più sfumati, secondo l’approccio che Ricoh definisce “Work together, anywhere” e che ha l’obiettivo di consentire alle persone di lavorare in modo produttivo ovunque si trovino.

Il Direttore Vendite di Ricoh Italia ha indicato come in questi ultimi anni la società abbia ampliato la propria offerta per andare oltre il printing, acquisendo competenze nella gestione a 360° del workplace. In questo modo i clienti possono contare su un unico interlocutore per tutte le esigenze.

Nell’attuale contesto abbiamo compiuto un ulteriore passo in avanti rivedendo in modo molto significativo la value proposition di Ricoh e l’approccio ai clienti.
La parola chiave è “integrazione” con l’obiettivo di proporre soluzioni e servizi completi che rispondano a nuove esigenze. Ricoh Italia ha dunque deciso di puntare ad una integrazione ancora maggiore tra i differenti ambiti dell’offerta.

Alla gestione dei documenti – che include ad esempio le soluzioni DocuWare per la dematerializzazione e l’automazione dei processi, anche da remoto –  si aggiungono i sistemi per la Collaboration e la videoconferenza e i servizi IT, con la fornitura di pc e assistenza tecnica da remoto e di soluzioni che aumentano la sicurezza dell’infrastruttura.

Continua De Felice, solo è possibile dare una risposta davvero completa alle esigenze delle aziende. Per farlo Ricoh ha coinvolto tutta la propria organizzazione di vendita e di assistenza, sviluppando corsi di formazione, così da essere in grado di comprendere le esigenze delle aziende e di supportarle in modo efficace. Inoltre, la società adotta le stesse  soluzioni che propone ai propri clienti, in modo da comprendere come possano essere calate al meglio in una specifica realtà.

smart working

 

Un altro concetto chiave della proposta di Ricoh è quello di “flessibilità”: il manager ricorda che tutte le soluzioni sono scalabili e modulari, per cui per cui le tecnologie sono sempre aggiornate per rispondere a nuovi scenari e per riuscire a implementare nel tempo modalità operative sempre “su misura”.

In chiusura, una riflessione di natura commerciale. De Felice ha dichiarato che i contratti offerti ai clienti sono molto flessibili, un aspetto molto importante qualora un’azienda attraversi momenti di difficoltà oppure apporti modifiche ai propri modelli di business che rendono necessaria l’implementazione di nuovi servizi e soluzioni. Ricoh vuole infatti supportare le imprese nella trasformazione delle modalità di lavoro, grazie a strumenti rapidi da implementare, consulenza e supporto continuo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php